Cara è la fine...ci annusano ormai,sentono il lezzo del panico che spruzza in freddi sudori il terrore che c'è.Non glieli daremo per ungersi dei nostri mali stillanti le mani avide:che ci tocchino morti, secchi e gelidi.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante.Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te.Dieci pistole spianate e dieci sguardi ruvidi e tesi che puntano qui dentro l'auto, e la corsa finisce così. Cara è la fine...perdonami.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante. Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te. Ci vogliono vivi e colpevoli...ma che vita è una cella? Avremo di più:quella stella che un giorno mi donasti, lassù.Oh, non piangere...

martedì 8 dicembre 2009

Problema - Se il sindaco deve rinnovare l'ufficio...

Siamo tutti arredatori
coi soldi degli altri

Dev’essere il motto dell’amministrazione comunale di Brescia composta da veri cultori dell’estetica. Dopo aver addobbato il piazzale della stazione con vasi giganti per celebrare la magnificenza della Leonessa di fronte allo sparuto turista, spazio al restyling della loggia, sede del comune: dalla Sala Giunta al Salone Vanvitelliano (nella foto, in tutta la sua trascorsa tetraggine) incupiti dagli austeri anni della gestione Corsini. Gli ambienti un tempo grigi come un direttivo del Pd ora rigurgitano luce da ogni interstizio e illuminano il Palazzo nella migliore tradizione tardoberlusconiana.

Seguendo l’esempio dell’Imperatore Sgrufoloni che ha ribaltato come un calzino gli interni di Palazzo Chigi (a spese nostre), il valvassino invisibile, Adrian De Ciocciobombis e il suo fido scudiero Rufus Sgrufus, han deciso di tirare a lucido le stanze di rappresentanza dove si riunisce la Giunta brixiana tra hobbit, nani, celti e trolls.

Adriano XIV

“el cümü so mé”
(il comune sono io)

Da Bresciaoggi agosto 2008 - (Titolo: E l’ufficio del sindaco in Loggia «raddoppia»)

L’intervento, coordinato dall’architetto Marco Ponzoni (responsabile del settore Manutenzione Edifici Pubblici) sarà anche occasione per un «restyling» completo della stanza, che verrà adattata nell’arredamento ai gusti del primo cittadino. L’importo per la realizzazione del progetto esecutivo di restauro e risanamento ammonta a ben 45 mila e 252 euro" (X)

Su Bresciaoggi del 10 Settembre 2009, a proposito dei lavori in Sala Giunta e Salone Vanvitelliano, scrive l’esimio conte Barboglio (sotto i piedi dello quale io metto le mani e chino lo capo a guisa di pernice in segno d’immenso rispetto … e lui ha capito… ):

"IL PROGETTO prevede di aumentare i punti luce e di agganciare nuovi lampadari di vetro di Murano alle strutture in ferro battuto che ora sostengono quelli in uso. Saranno lampadari a diversi «piani» e che penderanno un paio di metri in più e capaci di produrre una maggior luce. […] (Basta... tutto quel buio da Medioevo ndC). Tra una dozzina di giorni la sala giunta sarà restituita alle attività di governo (le riunioni si svolgono o dal direttore generale o nell’ufficio del sindaco). Sono in restauro il grande tavolo quadrato e massiccio e le sedie. Anche in questa stanza da risolvere è la questione delle infiltrazioni. E come nel Vanvitelliano le pareti verranno ridipinte senza probabilmente modificarne i colori. […] i lavori Limitatamente a salone e sala giuntacosteranno,"mezzo milione di euro".

Diverso è il discorso della cupola del tetto, la cui ristrutturazione complessiva si aggira su un costo di cinque milioni circa. Ci sono per ora gli stanziamenti del Comune per un milione 418 mila euro per la prima fase del cantiere (la realizzazione di un impalcato che di fatto surrogherà la soletta, troppo fragile per sostenere i ponteggi) e di un milione e 400 della Fondazione Cariplo per i lavori successivi.

(Dal sito “Fondazione Cariplo si pone come obiettivo la sussidiarietà, e si propone nel ruolo di "soggetto anticipatore", con una missione particolare: essere una risorsa per aiutare le istituzioni sociali e civili a servire meglio la propria comunità”).

Da ilgiorno.ilsole24ore.com del 21 ottobre 2009
DECISAMENTE PIÙ LUMINOSA. È questa la prima impressione che si prova entrando nella Sala Giunta di Palazzo Loggia, ritornata agli antichi splendori dopo tre mesi di lavori che hanno interessato i muri, gli affreschi, il tetto ligneo, ma anche il pavimento in parquet e il tavolo con le diciannove seggiole con i poggioli.
Il sindaco Adriano Paroli ha definito questa sala «il cuore pulsante della Loggia, dove sono prese le decisioni più importanti, ma anche quella dove si ricevono gli ospiti di rappresentanza, il biglietto da visita della città» (detto alla Zampetti, nella foto).

Altra grande funzione che la Sala Giunta ha avuto negli ultimi anni è quella di essere «il teatro delle conferenze stampa di presentazione di tutte le iniziative più importanti». Alla presentazione dei risultati del restauro, oltre al sindaco Paroli anche gli assessori Labolani, Arcai e Taurisano; l’architetto del comune Marco Ponzoni e che ha seguito l’iter dei lavori. «Si è trattato di un intervento difficile e complicato - ha spiegato l’architetto -, che mi ha anche emozionato, perché negli ultimi trent’anni non si era mai riusciti a prendere la decisione di realizzare». I lavori hanno avuto un costo che si aggira sui 200 mila euro e che comprendono anche l’acquisto di un nuovo lampadario. Altra scoperta dei restauratori, è quella relativa ai 5 dipinti ad olio considerati fino a ieri delle copie di affreschi realizzati da Lattanzio Gambara e conservati nel palazzo reale di Edimburgo: potrebbero invece essere stati realizzati proprio dal pittore bresciano.

Allora... Sappiamo con certezza che il bel lampadario di Murano (nella foto in alto) è costato 9 mila euri... quindi

Problema:

Se il sindaco deve rinnovare l'ufficio, quanto deve spendere la città?


Fate voi il calcolo. E' molto meno semplice del previsto. Ai primi quattro lettori in grado di rispondere in maniera completa alla domanda (mostrando i passaggi matematici e motivando il ragionamento), MdC offrirà una cena... (15 euro a persona - il posto lo scegliamo noi -: primo, secondo, contorno, caffè, ammazzacaffè, mezzo litro d'acqua (8 di vino). Astenersi perdigiorno). Inviate la soluzione a murodicani@gmail.com.

22 commenti:

Menestrello Maria ha detto...

13 euro e 20 più iva al 20%

andremo sui 17 euro?

Avrei una proposta prima di andare a fare la cacca:

Compro Muro di Cani per 15 euro

Giambattista Fico ha detto...

20

MdC ha detto...

E' un rilancio?

Lee Scratch Perry ha detto...

L' acquisto della baracca da parte del signor Maria non farebbe altro che conferire maggior equilibrio e lustro a questo blog.

Augurandomi dunque che la scalata di questa lucida mente si riveli inarrestabile, terminando dunque a buon fine, invio al signor Maria un sincero in bocca al lupo e porgo a Egli i miei più cordiali saluti.

***EGLI NE SA***

LSP ha detto...

...se Menestrello Maria acquista il blog io mollo.

O me o lui.

Manestrello Maria ha detto...

40

Cane Gherardi ha detto...

100.

Menestrello Maria ha detto...

101

Niccolò Ghedini ha detto...

200 euro più un mappamondo di fine '700 e non ne parliamo più.

Cane Gherardi ha detto...

Un milione.

Felicitazioni ha detto...

Ridete, sorridete, gioite, amate, godete.....

Spirale Interculer Norvegese ha detto...

Misteriosa spirale sui cieli della Norveglia.

Joseph Oloffson* non ha dubbi:

"E' un messaggio di Jebediah.!


(*Joseph Oloffson è un simpatico contadino delle terre nordiche)

LSP ha detto...

Ma quindi ora Muro di Cani è di Cane Gherardi?

Lee Scratch Perry ha detto...

Riguardo a quanto postato da felicitazioni

Sostiene Ciro Imparato:
"Tutto ciò che pensiamo, ancorché giusto, se ci rende infelici è sbagliato."

E se a rendermi infelice fosse proprio pensare sia vero che tutto ciò che pensiamo, ancorchè giusto, se ci rende infelici è sbagliato?

Ne conseguirebbe che la frase di partenza è sbagliata.

Come la mettiamo?

Il Grande Mazinga ha detto...

Ades spache se tet!

Felicitazioni II ha detto...

NON PENSARE TUTTO CIO' CHE TI RENDE INFELICE.

MdC ha detto...

X Cane Gherardi:


Un milione di che?

Anonimo ha detto...

Secondo me Ciro imparato ha dei probbbbbblemi

Cane Gherardi ha detto...

Un milione di croccantini.

Non sto scherzando.

Un milione

di CROCCANTINI!

Mourigno Belpedro ha detto...

Signor Cane Gharardi...come li guadagna lei i croccantini,
chi glie li da i croccantini,
dove li prende lei i croccantini...

MdC ha detto...

qui si accettanosoli dinari yugoslavi fruscianti

c'abbiamo querele da affrontare

X chi è contro il patto di stabilità ha detto...

Agli amii di paroli frequentatori occaasionali ricordiamo anche che il tema delle risorse pare essere all'ordine ddel giorno da qualche mese...