Cara è la fine...ci annusano ormai,sentono il lezzo del panico che spruzza in freddi sudori il terrore che c'è.Non glieli daremo per ungersi dei nostri mali stillanti le mani avide:che ci tocchino morti, secchi e gelidi.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante.Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te.Dieci pistole spianate e dieci sguardi ruvidi e tesi che puntano qui dentro l'auto, e la corsa finisce così. Cara è la fine...perdonami.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante. Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te. Ci vogliono vivi e colpevoli...ma che vita è una cella? Avremo di più:quella stella che un giorno mi donasti, lassù.Oh, non piangere...

martedì 27 ottobre 2009

Muro contro muro. Chi cede per primo?

Dirigenti strafottenti
e ricatti da due soldi

In periodi di merda come quello che stiamo attraversando, si fa davvero presto a ricattare le persone. "O mangi la minestra (di merda) o salti dalla finestra (nella merda)". La responsabilità civile del fare impresa, (la boiata dell'etica del management) non esiste e forse non è mai esistita.

I dirigenti a cui ieri era stata data la possibilità di varcare i cancelli del'impianto oggi si rifiutano di presentarsi "fino a quando non cesserà il clima di illegalità - dicono - del presidio"... Illegale non pare il termine corretto.

Quarantotto croci di legno (nella foto sopra) campeggiano davanti ai cancelli a ricordare i licenziamenti "mirati" in una fabbrica in cui molti problemi personali si legano a doppio filo con i problemi generali: occupazione, crisi, famiglia, mutuo, figli da crescere e altre "stupidaggini" del genere.

Per la Rothe Erde di Visano, come per altre decine di aziende in questa dannata provincia di Brescia, sono ore davvero difficili. Si parla di una fabbrica dove i "single" che si aspettavano la lettera di licenziamento sono rimasti sorpresi e amareggiati nell'accorgersi che colleghi più anziani (ma non troppo), sposati e con figli, a 6-7 anni dalla pensione, erano stati inseriti nella lista (di proscrizione) della mobilità.

Quali criteri sono stati adottati nella scelta dei soggetti da licenziare? I sindacati hanno annunciato di volerli impugnare. Nei prossimi giorni ve lo faremo sapere. Sarebbe interessante esaminarli e magari scoprire che alcuni interrogativi possono trovare risposta. Dalla dirigenza provengono solo minacce più o meno velate. "Guardate che se andate avanti così i tedeschi hanno già fatto sapere che possono tranquillamente produrre cuscinetti volventi in Germania". Come dire: "Comportatevi bene e lasciateci fare come vogliamo altrimenti chiudiamo baracca e burattini". Bel ricatto del cazzo.

Nel frattempo:

[dal Bresciaoggi di oggi] - Si profilano le prime divisioni tra i lavoratori della Rothe Erde - metallurgica Rossi di Visano. Mentre prosegue il presidio con sciopero ad oltranza contro la decisione dell’azienda di licenziare una cinquantina di addetti, comincia a vacillare il sostegno di parte dei dipendenti. Ieri è giunto in redazione un comunicato dei «dipendenti non aderenti allo sciopero» che sostengono di rappresentare il 40 per cento degli addetti. Da un lato sottolineano la loro «totale solidarietà - si legge nel testo - ai lavoratori oggetto delle lettere di mobilità», ma dall’altro chiedono «alle organizzazioni sindacali e alle Rsu, il diritto di aderire allo sciopero o di dissociarsi liberamente e, eventualmente di poter entrare a lavorare». Non si fa attendere la replica del sindacato. Secondo Francesco Mazzacani (Fiom - Cgil) «tutti hanno avuto modo di esprimere la propria opinione durante le assemblee di fabbrica. La maggioranza dei lavoratori ha scelto - dice - per lo sciopero ad oltranza. Ragion per cui si dovrà rientrare in fabbrica solo dopo l’annullamento delle lettere di licenziamento». Leggeremente diversa la posizione della Fim-Cisl: «per quanto ci riguarda - afferma il delegato di zona Flavio Baldassare - lo sciopero continua, ma deve essere garantita, ai lavoratori che non lo condividono, la libertà di entrare».

La situazione si complica dunque in vista del prossimo consiglio di fabbrica (la data precisa verrà stabilita nei prossimi giorni) in cui dovrebbe essere fatto il punto della situazione e richiesta ai dipendenti della Rothe Erde le linea da seguire nel prossimo futuro.

Per ora pare tutto fermo: muro contro muro. Da una parte, la dirigenza che si dice convinta di poter resistere a lungo, anche qualche mese, al presidio e non sembra intenzionata a riprendere le trattative, dall’altra i lavoratori e i sindacati che non possono accettare le lettere di mobilità decise «unilateralmente dall’azienda» e pretendono (per chiarire il tono: PRETENDONO perchè ne hanno diritto) il ricorso agli ammortizzatori sociali.

Impotenza dell'ideologia

di Rufus Bloody Cherry

Il momento non è dei migliori. Stamattina i rappresentanti delle Rsu hanno comunicato il proprio disaccordo con quanto sopra riportato, ribadendo quanto espresso dalla Fiom e sostenendo di aver lasciato - a chi lo desiderasse - la possibilità di entrare a lavorare. Nessuno si è comunque presentato al lavoro.

Si vive giorno per giorno. Fino a quando resisterà il presidio? A quando il tempo della trattativa? Quando le parti ricominceranno a discutere? L'inverno è alle porte ed è difficile pensare di riuscire a resistere fuori dai cancelli per più di due mesi (i dirigenti hanno affermato di poterlo tranquillamente fare). Non serve un accordo?

Una multinazionale come la Thyssen se ne frega dello stabilimento di Visano. Ne può aprire uno quando e dove vuole. Non aiuta - è opinione dello scrivente - l'atteggiamento ostinatamente ideologico e quindi assolutamente poco pratico dei sindacati (uno a caso? La solita Fiom) che sembrano quasi più interessati a cavalcare la protesta (aumentiamo le tessere?) che a trovare una reale soluzione per garantire la perdita del minor numero di posti di lavoro. Perchè questo - sia chiaro - è inevitabile. Qualcuno resterà a casa (sicuramente non tra i dirigenti digerenti, tutti a casa sì, ma temporaneamente, belli come il sole, al caldo ad aspettare). Qualcuno resterà a casa. Si tratta solo di capire chi può permetterselo.

8 commenti:

Elenco di film quale calza per l'italia ora? (1/2) ha detto...

Quella sporca donnina
A quel culo piace caldo
2001: odissea nell'ospizio
La figa e' bella
Il giardino dei finti pompin!
S(u)perman
Castr Away
Anibal

Qualcuno violo' il suo buco del cu!o
Un uomo chiavato da un cavallo
La grande figa
Pompe d'oro verdi tette alla fermata del trans
Tanti cazzi per Mary
Independence Gay
La chiavica dei 101
Viagra col vento
Cosciablanca
Karate Dick
Chi ha castrato Roger Bobbitt?

"Biancaneve sotto i nani"
"Tutti su mia madre"
"Tutti i cazzi per mary"

La spada nella sorca

007 e i servizietti segreti
00tette, la spia che mi chiavava
20.000 seghe sotto i mari
2002 Odissea nello schizzo
4 matrimoni e un foro anale
7 ani in tibet
7 buchi per sette fratelli
A caval donato lo si prende in bocca
A qualcuno piace lungo
A volte ritrombano
Ace Ventura l'inchiappanimali
Al contadin non far sapere che sua moglie fa veder le pere
All Babà` e i 40 guardoni
All'interno e ritorno
Alla randa non si comanda
Alle dame del castello piace fare solo quello
Alle hawai lo prendi e lo dai
Altrimenti c'arrapiamo
Anal dai capelli rossi
Analcord
Ani 90!
Ani di piombo
Ani ruggenti
Aporcalypse now
Arma rettale
Arsenio Scopen
Attrazione rettale
Banana meccanica
Beauticul
Belle o brutte se le famo tutte
Ben Dhur
Biancaneve e i cazzi nani
Biancaneve e i sette ani
Biancaneve e i sette cani
Biancaneve e i sette metri
Biancaneve e i sette negri
Biancaneve e le tette nane
Bocchaontas
Buon Natale e Buon Ano
Calimembro
Cappuccetto rotto
Cazzi driver
Cazzien 2 Scontro Finale
Chi dorme non piglia pesci
Chi l'ha duro la vince
Chi la dà, lo aspetti
Chi troppo vuole nulla spinge
Chiavi's angels
Cielo duro
Cockbuster - l'acchiappa cazzi
Coito ergo sum
Col vento in poppe
Commissario Rett
Culi infranti
Die hard - 69 minuti per venire
Don Camillo e Pappone
Donna schiava zitta e chiava
Duri a venire
Eiaculazione da Tiffany
Erezione a catena
Erezioni di piano
Fiche d'artificio
Figa da Alcatraz
Figanic
Finocchio
Fronte del porco
Furia stallone del West
Gay watch
Genitali in blue-jeans
Gli aristocazzi
Gli stivali delle sette seghe
Godocop
Guerre anali
Hanna e le sue scappatelle
Happy gays
Hello sperm
I buchi delle signore sono finiti
I miei primi 40 ani
I penetratori della sorca perduta
I piselloni della tavola rotonda
I quattro dell'ammucchiata selvaggia
I ragazzi del culetto
I ragazzi senza pal...
I soliti colpetti
I toccabili
Il buon porno si vede dal mattino
Il buono, il brutto, il preservativo
Il cane e la poliziotta
Il cazzopardo
Il commissario Tocca
Il culo della Rosa
Il culo sopra Berlino
Il dottor Stranaminchia
Il glande freddo
Il maresciallo Gnocca
Il postino schizza sempre due volte
Il postino tromba sempre due volte
Il profumo del cazzo selvatico
Il profumo del maschio selvatico
Il senso di Smilla per la fava
Il silenzio degli impotenti
Imene jones e l' ultima chiavata
In figa per tre
In mezzo scorre il seme
Incontri ravvicinati del terzo dito
Incontri ravvicinati di ogni tipo
Inculator
Indianal Jones e la topa maledetta
Innamorato cazzo Io mi bagno da sola

Elenco film quale calza per l'italia ora (2/2) ha detto...

Io speriamo che me la chiavo
Io trombo da sola
Ispettrice Callaghan: il cazzo storpio è tuo
James Pomp "mai dire maiale"
Jurassik Pork
L'ANALista
L'ano del dragone
L'importanza di chiavarsi Ernesto
L'inculino del terzo piano
L'invasione degli ultraporchi
L'uccello con le palle di metallo
L'uomo chiamato cavallo
La bella e la bestia
La caricano in 101
La casa degli sfinteri
La cavalcata con le valchirie
La febbre del foro
La fica è bella
La lampo di Aladino
La leggenda del santo chiavatore
La marchesa del grilletto
La monaca di monta
La piccola seghetta lombarda
La signora in fallo
La topa da un altro mondo
Le 12 fiche di ercole
Le affinita' erettive
Le calde notti di Nonna Papera
Le casalingue
Le miniere di re Salamone
Le seghe di Eastwick
Lei suona il piano e lui la tromba
Lu-pene terzo
Lungo lungo, duro duro, tutto dentro
Ma papà ti monta solo?
Maiali Vice
Maledetto il giorno che ti inculai
Mamma ho preso l'uccello
Mamma, l'ho preso in aereo!
Mary Pompins
Membro kid
Metrombolis
Mettimelo Qui Quo Qua
Mi dai una mano ?
Mio marito davanti, di dietro tutti quanti
Moglie e spermatozoi dei paesi tuoi
Nirvanal
Non toccarmi non lo sento
Non venire non ti sento
Otto settimane in mezzo
Penerentola
Pensavo fosse amore, invece era un paletto
Per favore non mordermi sul cazzo
Piccole tette crescono
Piccolo glande uomo
Pippa Cazzilunghi
Pissing in Action
Porchaontas
Porchidea selvaggia
Porn to be alive
Porno Escondido
Presunto impotente
Prime voglie di ca...rezze
Profondo rotto
Puttana davanti...troia dietro
Qualcuno volò sul nido del culo
Quant'è dura la tua verdura
Quella sporca vagina
Riporno al futuro
Ritorno al tuo culo
Roboscop
Rocco e le storie tese
Sbatman e Trombin
Sbora!Sbora!Sbora!
Scappo dalla citta` e vado a vivere con le vacche
Scappo dalla citta`: la fica, la mona e la baldracche
Scopocop
Sex files
Siluri neri per bianchi sederi
Simonetta la mano che ti smanetta
Sono profondo
Sospira
Spingigonzales
Sposa bagnata, sposo fortunato
Suor Teresa , la monaca a sorpresa
Superpippa
T'ano da morire
Tacchi a squillo
Tesoro mi si e` ristretta la passerina
Tettanic
The gay-after
Tira più una tetta di una carretta
Totò ha calori
Trainspetting
Tre giorni del condom
Trombo di tuono
Tutti dicono I fuck you
Uccelli ne trovo
Un pesce per Wanda
Un pomeriggio di un giorno del cazzo
Un trans chiamato desiderio
Una signora per pene
Unire l'utero al dilettevole
Va dove ti porta il culo
Vacanze sulle Sodomiti
Via col ventre
Volevo i piselloni

MdC ha detto...

Complimenti... bella cagata

anonimo ha detto...

ha parlato casanova!

Casanova ha detto...

Ed io che centro?

Anonimo ha detto...

Oh figa... ogni tanto su sto blog passa qualche bacchettone che scassa la minchia eh?

Anonimo ha detto...

Stamattina i rappresentanti delle Rsu hanno comunicato il proprio disaccordo con quanto sopra riportato, ribadendo quanto espresso dalla Fiom e sostenendo di aver lasciato - a chi lo desiderasse - la possibilità di entrare a lavorare. Nessuno si è comunque presentato al lavoro.

non diciamo cazzate.
a nessuno è MAI stato permesso l'accesso all'azienda

MDC ha detto...

Noi di cazzate non ne diciamo, se qualcuno deve segnalare qualcosa lo può fare commentando qui o mandando una mail a murodicani@gmail.com

Cordiali salumi