Cara è la fine...ci annusano ormai,sentono il lezzo del panico che spruzza in freddi sudori il terrore che c'è.Non glieli daremo per ungersi dei nostri mali stillanti le mani avide:che ci tocchino morti, secchi e gelidi.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante.Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te.Dieci pistole spianate e dieci sguardi ruvidi e tesi che puntano qui dentro l'auto, e la corsa finisce così. Cara è la fine...perdonami.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante. Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te. Ci vogliono vivi e colpevoli...ma che vita è una cella? Avremo di più:quella stella che un giorno mi donasti, lassù.Oh, non piangere...

venerdì 6 febbraio 2009

Ma i leghisti ce l'hanno il pemesso di soggiorno?

Infondo Basta chiedere...

Benvenuti al consueto, apprezzatissimo e ormai tracotante appuntamento con la Posta del Cane ... ci scusiamo per l'assenza ma c'è anche chi deve lavorare - se così si può dire -... comunque... ce ne sarebbero di cose da dire ... tante e troppe forse alcune inutili altre indicative, altre ancora illuminanti, altre invece più cupe. Molte cialtronesche, squallide... e inutili. Davvero. C'è chi parla e chi più o meno accenna e chi invece crede di sapere proprio tutto, ma ne è talmente convinto che non gliene frega proprio un cazzo di conoscere o capire meglio. Oppure: capire se c'è da capirci qualcosa. Parlare.


Questi no. Non parlano con te. Sono già convinti di sapere tutto. Non sbagliano mai. Mai. Mai come te. Questi non li smuovi. Parlano per immagini e frasi fatte.


Ce ne sono altri invece che magri parlano poco. Perchè spesso dicono quello che pensano. E magari non ti piace. Ma che ci si può fare. Magari se ne vanno e non li vedi più. Magari restano. Magari non convincono fino in fondo. Magari sei il primo a non comportarti così. Ma quelli sono amici. E non se ne può fare a meno. Grazie per esserci.

Comunque...

La Posta del Cane


Ci scrive Italia chi era costui?
"Cara posta del Cane: per quanto il mio pensiero in questo momento è rivolto all'intricato caso Taddeo Roscioli vorrei farti presente quanto accaduto oggi nel Senato Italiano (notizie riportate dal quotidiano conservatore El Pais): i medici italiani potranno denunciare davanti al giudice i migranti illegali che si presenteranno in ospedale per farsi curare inoltre viene stabilita una tassa di 200 euro per la regolarizzazione e verrà istituito un "registro dei vagabondi" al quale dovranno iscriversi tutti i senza tetto...ci sono commenti? No vero..."


Risponde l'esperto di migrazioni di MdC da poco assunto (in nero ovviamente) James Cleveland Owens (quattro ori in faccia al Fuhrer)
Risposta di MdC 1 : "Qui le domande le facciamo noi"
Risposta di MdC 2: "In realtà di commenti ce ne sarebbero da fare... eccome. Chi parla di politiche migratorie dovrebbe prima conoscere la materia. Spesso il tema viene trattato con grande superficialità favorendo (purtroppo) un approccio ideologico ad un fenomeno che segue dinamiche spesso tragiche, comunque fuori dagli schemi sia della legalità che della statistica pura. Insomma: ogni caso è una storia a sè. rispetta la legge universale del: "ognuno c'ha i cazzi suoi".
Il primo concetto da superare è - secondo la nostra inutile opinione - l'equazione clandestino = delinquente.
Chi conosce qualche immigrato - e noi qualcuno grazie a Leo l'abbiamo conosciuto - sa che una percentuale veramente irrisoria giunge in Italia direttamente con visto per lavoro subordinato. Giusto qualche calciatore... (tra l'altro sarebbe bello sapere come si regolano le squadre di calcio con i rinnovi dei permessi vista la lentezza del sistema). La maggior parte delle persone che vivono regolarmente inItalia è stata clandestina almeno per un mese (una stima ridicola assolutamente al ribasso).
Dati Onu di qualche anno fa:
- 150 - 200 milioni i migranti nel mondo ogni anno. Gente che, per diverse ragioni, si sposta. La stragrande maggioranza di questi flussi riguarda movimenti interni a macro aree come la Cina e l'Africa. Solo il 4 per cento del flusso globale riguarda il cosiddetto Mondo occidentale (Eu e Nord America). Di questo 4 per cento solo il 4 per cento circa arriva in Italia.
Secondo Wikipedia le cause dell'immigrazione sono generate da:
- motivazioni economiche (per sfuggire alla povertà, per cercare migliori condizioni di vita);
- lavoro (per trovare un impiego, per migliorare il proprio posto di lavoro);
- motivazioni politiche (dittature, persecuzioni, oppressioni, guerre, genocidi, pulizia etnica);
- di tipo religioso (impossibilità di praticare il loro culto religioso);
- disastri naturali (tsunami, alluvioni, terremoti, carestie);
- motivazioni personali (scelta ideologica, fidanzamento con un partner residente in un altro paese);
- raggiungimento della pensione (trasferimento in un luogo con clima migliore; minore costo della vita);
- di tipo sentimentale (ricongiungimento familiare);
- di tipo criminale (per sfuggire alla giustizia del proprio paese, per evitare un arresto);
- per istruzione (per frequentare una scuola e conseguire un titolo di studio).

Buona parte dei migranti entra in Italia con visto turistico o via terra (circa il 75 per cento secondo l'Unhcr). I poveri cristi che attraversano il mare (lasciandoci spesso le penne) sono una minoranza della minoranza della minoranza.
Il vero problema non è bloccare gli ingressi - anche perchè non è possibile -, ma cercare di adottare una serie di leggi che siano meno restrittive (che non mettano in difficoltà i regolari per esempio imponendo vincoli assurdi) e consentano a chi ha un lavoro di regolarizzarsi più facilmente (SERVONO I CONTROLLI). Per chi delinque (esclusi i capi di governo "coi sopralzi de legno" per dirla alla Guzzanti) credo ci siano Polizia, Carabinieri e Magistratura.
Altro passaggio è l'abolizione della Bossi - Fini che non risolve il problema, ma lo acuisce con assurde restrizioni pensate da padani ignoranti e da post fascisti con l'invidia del pene (senza contare il culto della razza italica che è forse tra le più meticce della storia dell'uomo, credo...).
Non è possibile pretendere che queste persone (che al Senato hanno evocato più di una volta il termine "integrazione") si impegnino per cercare soluzioni realistiche in grado di governare nel miglior modo possibile il fenomeno. Si potrebbe andare tutti quanti in Germania o in Olanda e scoprire che il Permesso di soggiorno si ottiene subito senza trafile lunghissime e procedimenti bizantini che ingrassano i bilanci delle decadenti aziende di Stato (in primis: Poste italiane [leggi con musichetta pubblicitaria]).
Per essere più precisi parleremo della realtà che meglio conosciamo: Brescia, la pessima città che ha dato i natali tra gli altri ai valorosi saddamned.
Intorno agli anni Attraverso un sistema di sportelli decentrati coordinati da Comuni (servizio in appalto alle coop) e Questura, il modello Brescia (un mix di rara italica efficienza) riusciva a completare (a costo praticamente vicino allo zero perchè finanziato da Fondi Europei) il rinnovo del permesso in 20 giorni al massimo (i tempi previsti dalla legge). La Bossi Fini ha rivoltato come un calzino il modello Brescia riportandolo in media con l'inefficienza italiana.
Ora ci volgiono otto mesi / un anno per un permesso (al costo di 73 euro di cui 30 alle Poste e circa 30 alla Zecca di Stato). In provincia di Brescia (da sempre nei primi tre posti in Italia per numero di stranieri in rapporto alla popolazione residente) vivono circa 150 mila immigrati regolari (20 - 30 mila sono i clandestini stimati dalla Questura). La peculiarità del fenomeno bresciano (piccole e medie imprese ovunque) vede la maggior parte degli stranieri concentrata fuori dal capoluogo e sparsa uniformemente su tutto il territorio.
I lavoratori stranieri regolari legalmente soggiornanti sul suolo bresciano rischiano ogni anno di peredere lavoro e vita perchè il sistema Bossi - Fini è pieno di contraddizioni. Per entrare in clandestinità basta per esempio perdere il lavoro (una cosa che succede raramente in questo periodo...). Chi sono? Gente che vive qui da 15 - 20 anni, sono molti, hanno famiglia, vivono ormai stabilmente in Italia e difficilmente torneranno al loro paese. La vita di queste persone è a costante rischio clandestinità. Una condizione che diventa reato dopo l'ultima follia degli sceriffi padani.
Non solo.
Ai costi base del permesso è stata legata la variabile impazzita di una pratica folle come l'idoneità dell'alloggio (che certifica appunto l'idoneità dell'appartamento): abiti a Chiari (il cui sindaco è il senatore leghista Sandro Mazzatorta, Mazza sciolta, Mazza corta, Mazza sporca ecc...) paghi 100 euro.
Abiti a Flero? 14,62 euro, il costo della marca da Bollo. In più: il protocollo d'intesa sui rinnovi tra Ministero dell'Interno e Poste Italiane (sempre con la musichetta) ha dato modo a patronati e sindacati di entrare nella filiera del rinnovo. Cisl e Uil, a Brescia chiedono - per effettuare l'inserimento elettronico dei dati - l'iscrizione al sindacato (50 euro? non ricordo). Una famiglia di 4 persone rinnova almeno 4 permessi all'anno. Tra l'altro gli stranieri sono quelli che fanno più figli e che "giustamente" secondo la giunta di Afrikaner che gioverna il Comune di Brescia non hanno bisogno del bonus bebè (torneremo anche su questa vicenda).
A questo si aggiunge la tassa sul permesso di soggiorno approvata anche quella dal Senato nel pacchetto sicurezza (da 80 a 200 euro). Bene. Mi chiedo: che centra il rinnovo del permesso con la sicurezza?
Non erano quelli "regolari" da incentivare e favorire? Non sono i lavoratori stranieri che si spaccano il culo e rispettano le leggi "quelli da integrare per isolare i clandestini?" Continuiamo così... creando i presupposti per l'odio della seconda generazione. Arriverà puntualmente.
Ora - veniamo al punto - è stata anche inserita la possibilità per i medici di denunciare il clandestino. una persona che, per sempio, lavorando - in nero - in un cantiere edile cade dal ponteggio e si rompe una gamba (se è fortunato).
I medici bresciani hanno già risposto: "Col cazzo che li denunciamo". E quindi? Che senso ha un provvedimento del genere? Risposta: Nessuno. E' una trovata propagandistica (vedi Berluca - Eluana) e come tutte le trovate propagandistiche peggiora solo le cose.
Fa cadere una volta di più il servizio pubblico in balia del caso, in balia degli umori (o della tessera di partito) del medico di turno. Approccio ideologico.
Purtroppo il razzismo - perchè di questo si deve parlare - è una malattia che colpisce facilmente quegli italiani che non sono dotati di libero arbitrio e pendono dalle labbra del nano coi tacchi, di "EEG piatto" Gasparri o di quattro deficienti con la cravatta verde.
Mi chiedo con quale misera "faccia da tola" (per usare un espressione tipica delle nostre parti) la nazione che ha inventato e perfezionato la criminalità organizzata facendone forma di governo locale (andiamo in gita a Casal di Principe?) e nazionale (senatore Giulio Andreotti, reato di associazione mafiosa commesso fino al 1980, ma prescitto) invochi maggiore sicurezza. Mafia, Camorra, N'drangheta, Sacra Corona Unita fanno il bello e il cattivo tempo in Europa e nel mondo e io devo avere paura dello spacciatore marocchino in stazione? (un secondo... rileggo "Smisurata Preghiera" qui a lato).
Chi siede in Parlamento e va a braccetto con i protettopri di Vittorio Mangano, stalliere di Arcore e testa di ponte della Mafia al nord (parole di Paolo Borsellino), dovrebbe farsi una lavanda gastrica alla coscienza (o forse se l'è già fatta).
Niente paura comunque. Una cosa è certa: Non li convinceremo mai.
Speriamo nella scuola che è multietnica per forza.
I quadri dirigenti della Lega sono troppo occupati a cercare poltrone su cui installarsi a vita. Sono troppo occupati a garantire la sopravvivenza politica ed economica dei loro privilegi per accorgersi davvero delle conseguenze delle loro stronzate.
Non ragioneranno mai in maniera realistica. L'unica speranza - concludo citando Travaglio - "è che continuino a scrivere leggi idiote come quelle che stanno facendo in modo da farsele bocciare dalla Corte Costituzionale".
Speriamo che proseguano a prendere provvedimenti in palese violazione dei diritti umani (come l'emendament dei medici o il bonus bebè a Brescia) o in palese violazione delle leggi del libero mercato (come la legge regionale sui phone center, nata dalla genaile intuizione del centrosinistra bresciano e bocciata dal Tar). Continuate così ...Legaioli"
In fede J.C.O.

Ci scusiamo per la lungaggine della risposta... ma quando ce vò... ce vò

4 commenti:

Toxic Avenger ha detto...

No. Le fedi si uniranno un giorno in sprizzanti vesti di luci e ombre. Ma ombre in luce. E luci in colori nei quali sarà impossibile distinguere quanto fuggire. Il fuggire si farà saggia corsa. Ilfuturo si farà rombo. Cadrà la magia del ferro. Inizierà l' era pura dell' aria. Non vi saranno più fiori. Se non dentro di noi.

Pugnanal ha detto...

Si ... i fiori so quelli che te sei magnato...

Ciccio Bomba er Borgataro ha detto...

A demente ...Ma vedi d'annà a fanculo

La Tiburtina ha detto...

La magia del fero, le fedi saggia corza...aho a tossico ma vedi de farte na scopata!