Cara è la fine...ci annusano ormai,sentono il lezzo del panico che spruzza in freddi sudori il terrore che c'è.Non glieli daremo per ungersi dei nostri mali stillanti le mani avide:che ci tocchino morti, secchi e gelidi.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante.Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te.Dieci pistole spianate e dieci sguardi ruvidi e tesi che puntano qui dentro l'auto, e la corsa finisce così. Cara è la fine...perdonami.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante. Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te. Ci vogliono vivi e colpevoli...ma che vita è una cella? Avremo di più:quella stella che un giorno mi donasti, lassù.Oh, non piangere...

sabato 12 marzo 2011

Ciao Frisko



Sulla carta di identità c'era scritto Francesco Casali, ma nessuno lo chiamava così. Per tutti noi altri cani cialtroni era semplicemente Frisko. E con questo nome era conosciuto un po' dappettutto a Brescia e dintorni. Ieri Frisko se ne è andato, sorridendo, mentre entrava in sala operatoria, ricoverato d'urgenza alla Poliambiulanza di Brescia per un brutto male che non gli ha dato scampo. Alla fine non ce l'ha fatta. Nemmeno si è accorto che se ne stava andando, ieri sera, nello stesso ospedale, a poco più di un anno dal primo ricovero nel corso del quale gli era stata diagnosticata la maledetta malattia.

Frisko era tante cose: pittore, fotografo, poeta, musicista (sassofonista e armonicista), semplicemente un artista, ma soprattutto uno spirito libero. Tra le altre cose è stato anche l'anima dei Saddamned (un gruppo di mezze tacche che senza di lui non avrebbe mosso mezzo passo e che infatti - nell'ultimo anno - senza di lui, aveva praticamente smesso di esistere).

In realtà è stupido e riduttivo parlare di lui in quanto membro dei Saddamned perchè Frisko era molto di più, patrimonio di tutti, anche di chi non l'ha conosciuto. Ora che se ne è andato non ci sono storie: siamo tutti più poveri. Adesso che non c'è più, ogni parola sembra non avere senso per cui la piantiamo subito con gli sproloqui e informiamo chi fosse interessato che il funerale si terrà lunedì 14 marzo alle ore 15.30 nella Chiesa di San Francesco di Paola in via Benacense.

10 commenti:

rsk ha detto...

.

Leo ha detto...

merda! ma vaffanculo! e checcazzo!
scusate lo sfogo naturale a caldo, ma ...ma...ma....ok....ok... no words at all...dear frisko...too much troble in this world without you my friend...mi ha fatto piacere poterti conoscere, anche se poco e per poco, ma ricordero' sempre...ehi! non è retorica, è un messaggio per te e per chi ci conosce.. le tue note blues e jazz che hanno arricchito le nostre nozze...
a presto

Ste ha detto...

.

Lee Scratch Perry ha detto...

.

Deyling ha detto...

.

Alby ha detto...

Merda, merda, merda.

Tonno ha detto...

NOOOOOOOOOOOOOO...
L'ho visto e sentito poche volte ma quanto mi dispiace. :-(
Senza parole!!!

pichichi ha detto...

arrivederci frisko

Luca ha detto...

ciao Frisko

Anonimo ha detto...

Extremely rated post. I be taught one thing totally new on totally different blogs everyday. Deciding on one . stimulating to learn the paper content material from different writers and study a little bit something from their website. I’d like to use sure of this content on my blog you’re mind. Natually I’ll give a hyperlink right here we're at your web-site. Admire your sharing.