Cara è la fine...ci annusano ormai,sentono il lezzo del panico che spruzza in freddi sudori il terrore che c'è.Non glieli daremo per ungersi dei nostri mali stillanti le mani avide:che ci tocchino morti, secchi e gelidi.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante.Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te.Dieci pistole spianate e dieci sguardi ruvidi e tesi che puntano qui dentro l'auto, e la corsa finisce così. Cara è la fine...perdonami.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante. Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te. Ci vogliono vivi e colpevoli...ma che vita è una cella? Avremo di più:quella stella che un giorno mi donasti, lassù.Oh, non piangere...

giovedì 18 novembre 2010

Piazza Loggia: il revisionismo galoppa

NUOVE CLAMOROSE RIVELAZIONI!!!
IL "RAPPORTO SBELLICAN":
"La strage del 28 maggio?
Tutta colpa di Superciuk"
(coinvolti anche: Paperoga, Versace, Corsini, Berlinguer,
Madre Teresa di Calcutta e ovviamente... il Compagno F.)

di Stanislao Muninsky
(in uno dei suoi più riusciti travestimenti)

Cani amici, ben trovati. Nemmeno il tempo di riprendersi dalle mazzate delle assoluzioni, dalle fatiche della gru e dagli innumerevoli cazzi nostri, che ci si trova già a dover fare i conti con i revisionisti della domenica (ed è solo giovedì!). E pensare che noi altri s'era deciso di fare silenzio, di riflettere, ognuno per conto proprio, sul significato di una sentenza che, dopo 36 anni, sancisce la negazione della giustizia per una città ferita mortalmente. Sembra incredibile, ma ci sono persone a cui la verità interessa ancora. Come Manlio Milani e i membri dell'Associazione dei familiari delle vittime che non avevano ancora perso la speranza. E invece - oltre al danno - ci tocca pure sopportare le idiozie di persone che nulla sanno, ma che per ragioni di becero opportunismo politico preferiscono aprire la boccuccia e dare aria. Quindi...

PER FAVORE, NIENTE CAZZATE! - E' il caso della coordinatrice bresciana del P2l Viviana Beccalossi che, ormai è chiaro, desidera ardentemente un posto fisso sulle pagine di MdC (non è che , magari, vuole una rubrichetta da curare?). Ella potrebbe infatti stare zitta e/o parlare d'altro, tipo: merendine, accessori per la cucina, tappeti persiani, giacche, manganelli griffati, mutande di pizza, riorganizzazione del partito di ladri, puttanieri, mangiatori a ufo (con la coda di paglia), ex fascisti, neo populisti e filo mafiosi di cui fa parte. le solite cose, insomma. E invece, con quella bella faccina da gioventù ariana del lager accanto, regala all'universomondo materiale perfetto per l'Etilometro e per esilaranti post come quello che state leggendo. Che dire? Grazie Vivi, ci eviti un sacco di fatica.

VIVOYAGER - Parlare a vanvera è facoltativo. Se uno/a non sa cosa dire può anche stare zitto/a. Da Bresciaoggi.it: «Sono vicina ai familiari delle vittime, ma mi sento ferita perchè vittime della strage sono stati anche tanti giovani di destra, tutti coloro che per 36 anni hanno dovuto convivere con un'ombra sulla testa, quasi come fossero tutti responsabili, hanno subito perquisizioni, hanno dovuto lasciare la città, tanti sono finiti in prigione, hanno dovuto abbandonare la politica. Non condivido quanto detto dall'onorevole Corsini che definisce la strage di piazza della Loggia una strage di Destra. Le indagini sono state indirizzate solo verso la destra estrema, ma questa direzione si è rivelata sbagliata».

E SE DAVVERO FOSSE COSI'? - E pensare che in 36 anni nessuno c'aveva mai pensato. Per fortuna c'è la Vivi che - come donna, come madre e neoautrice del programma Voyager - a seguito della sentenza di martedì, ha ritenuto giusto contribuire alla ricostruzione dei fatti, partendo da un nuovo e scioccante reperto, rinvenuto mercoledì mattina, sotto al comò del tinello della sua casa di Cortina. Si tratta di una rarissima figurina Panini del dicembre '73 che ritrae Paperoga (nella foto, svalvolato come sempre) mentre consegna una borsa nera con la scritta "TNT" ad Ermanno Buzzi (noto "anarchico" bresciano).

A BEAUTIFUL MIND - Questa volta, la pista pare essere giusta. Il coinvolgimento dell'odioso Paperoga (al tempo attenzionato dalla Questura in quanto omosessuale ed eroinomane) sarebbe confermato da una serie di documenti rinvenuti negli archivi del Sisde (sezione Baci Perugina) e da alcune indicazioni estrapolate a caso dalle righe dispari delle pagine pari del libro "Cotto e mangiato", opera della cuoca esoterica Benedetta Parodi (nella foto, mentre mostra una cluster ciambella all'uranio impoverito utilizzata per il fallito attentato a Suor Germana del dicembre 2009). Così, seguendo una pista che si è inventata strada facendo, la Vivi, arguta investigatrice gambalina, ha scoperto LA VERITA' (quella vera!).

IL RAPPORTO SBELLICAN - Ecco dunque, come sono andate le cose secondo la ricostruzione della Becca contenuta nelle pagine del cosiddetto "Rapporto Sbellican". Di seguito pubblichiamo in anteprima alcuni passi del fascicolo "Top Secret": "L'attentato del 28 maggio 1974 in Piazza della Loggia, sarebbe stato progettato dalla banda di Superciuk (nella foto in alto, ndC) coordinata dal giovine estremista cattocominista Paolo Corsini e dal mastro bombarolo Enrico Berlinguer. Contando sulla protezione del grande vecchio del Terrorismo Stragista Italiano, Sandro Pertini, in combutta con le Brigate Bolse, Autonomia Contadina, Prima Riga e con l'aiuto della colf filippina di Mario Capanna, questo barbara falange di sediziosi avrebbe pianificato la strage avvalendosi del fondamentale appoggio del temibile "Collettivo BUBBA" (Bidelli Ubriachi Basisti Barcollanti Anarcoidi) capace di offrire ospitalità beona ai sovversivi sinistrorsi. [...]
Clamoroso! L'ordigno sarebbe stato materialmente confezionato, tra pizzi e merletti, da Gianni Versace in persona (per questo l'hanno fatto fuori? ndC). Questo fatto confermerebbe, tra le altre cose, il coinvolgimento (finora solo supposto) del Gruppo Internazionalista Lesbogay "69 volante" (copyright Dr. Filini, ndC) coordinato da Fernando "Lolita" Guevara, cugino transessuale del più celebre Ernesto. Secondo le ultime indiscrezioni, estrapolate dai fondi del caffè di un mio vicino di casa rincitrullito dall'oppio, nell'intricata vicenda sarebbe coinvolto anche Umberto Gobbi (che all'epoca aveva si e no 8 anni, ma stava già sul cazzo a tutti). [...]

Non sarebbe da sottovalutare, infine, l'apporto fornito dal Compagno F. (al secolo Gianfranco Fini detto "El Rojo") che, dopo essersi astutamente infiltrato negli ambienti della destra parlamentare col preciso compito di destabilizzare la digestione di Pino Rauti, avrebbe in un secondo momento contribuito a diffondere falsi indizi, coordinando, insieme alla badante bulgara del generale Maletti, i depistaggi dei Servizi Segreti e favorendo la fuga all'estero (in India?) dei due terroristi che materialmente hanno posto l'ordigno nel cestino in Piazza della Loggia: il compagno Giumbolo (nella foto) e la pasionaria albanese Teresa di Calcutta, al tempo amante clandestina del giovane curato Mario Toffari (la cui posizione sarebbe ancora al vaglio degli inquirenti, ndC)".

Per la conferma ufficiale della veridicità del "Rapporto Sbellican", purtroppo, dovremo attendere la pubblicazione della "Nuova Storia d'Italia" ed.Verdini&Gasparri, basata sugli atti della Commissione "Altre direzioni" presieduta da Geronimo La Muffa (figlio del Ministro dell'Insulto, Kestrazio). Sulle clamorose rivelazioni della bionda coordinatrice P2ellina s'è espresso, da par suo, anche l'amato sovrano Silviong Deng Xiausconi: "La Becca? - ha detto - un colpetto glielo tirerei sempre volentieri". Contento lui...

Resta un fatto: la Strage di Piazza della Loggia del 28 maggio 1974 è strage FASCISTA E DI STATO. Le vittime Giulietta Banzi Bazoli, Livia Bottardi Milani, Euplo Natali, Luigi Pinto, Bartolomeo Talenti, Alberto Trebeschi, Clementina Calzari Trebeschi, Vittorio Zambarda - NESSUNO potrà mai negarlo - erano in piazza per protestare contro il clima di violenza e terrore imposto in città dalla destra eversiva bresciana. Un gruppo di noti personaggi, ampiamente conosciuti e frequentati anche da diversi politici che ora governano la città. Quindi resta solo una Domanda: chi - nel 2010 - deve ancora fare i conti col proprio passato e riesaminarlo in modo critico ad esclusivo uso e consumo di un bell'esamino di coscienza? (Paperoga?).

43 commenti:

Anonimo ha detto...

Ridere per non piangere.
Vorrei i nomi dei "giovani di destra vittime della strage"...

Stanislao ha detto...

Ps

le ultime due righe asono state pensate per far ridfere quelli di destra...

vi ha fatto ridere neh?

Joe The Dog ha detto...

"...vittime della strage sono stati anche tanti giovani di destra, tutti coloro che per 36 anni hanno dovuto convivere con un'ombra sulla testa, quasi come fossero tutti responsabili, hanno subito perquisizioni, hanno dovuto lasciare la città, tanti sono finiti in prigione, hanno dovuto abbandonare la politica..."

Per non parlare di quelli che si sono svegliati nel cuore del notte con un raudo che gli scoppiava nel culo!

Ah, quanto ci si divertiva nei 70...

rsk ha detto...

vomito per non piangere

Lee Scratch Perry ha detto...

Se l' onorevole Beccalossi sa qualcosa che noi non sappiamo, che parli, dannazione!

Ci chiediamo:

Se il sole sta in cielo, come facevano ad avere l' ombra sulla testa?

Camminavano sui palmi delle mani?

E, se sì, perchè?



(PS: PERCHE', EH, PERCHE'?)

Fabri Fibra - In Italia ha detto...

Ci sono cose che nessuno ti dirà
Ci sono cose che nessuno ti darà

Sei nato e morto qua
Nato e morto qua
Nato nel paese delle mezze verità

Dove fuggi?
Dove fuggi?

Vivianal (o Viva l'anal) ha detto...

Al caro LSP dico: esiste un momento della giornata in cui il sole è basso all'orizzonte e tu sei in alto, alto, alto (su una mongolfiera, ad esempio, a molti km dal suolo).
Ecco, in quel momento l'ombra è sulla tua testa.

Non capisci e tuttavia ti ostini a fare il superiore.

Anonimo ha detto...

Attenzione... scatta la rissa

Chiaro ? ha detto...

....

Giochino per la Vivi ha detto...

Di chi sono gli occhi del cane del link a Chiaro? Scatta anche il giochino alla Enrico Papi...
Provo ad indovinare...
Provo ad indovinare...

Gasparri!

Ultimissime dai seggi ha detto...

Tra Corsini e Beccalossi non c'è mai stata storia:
Quando mancano quattro sezioni da scrutinare (202 su 206), circa 4 mila voti in tutto, Paolo Corsini ha più di 8 mila voti di distacco da Viviana Beccalossi, candidata sostenuta dalla Casa dell'Impunità e dal Popolo dell'Ingenuità.

Provo ad indovinare ha detto...

Rufus?

LSP ha detto...

"VITTIME" della strage sono solo:

Giulietta Banzi Bazoli
Livia Bottardi Milani
Euplo Natali
Luigi Pinto
Bartolomeo Talenti
Alberto Trebeschi
Clementina Calzari Trebeschi
Vittorio Zambarda

Punto.

Anzi, punto un par di balle.
Solo ad una persona estremamente stupida, gretta, limitata e meschina, potrebbe venire in mente di usare lo stesso termine per definire dei morti ammazzati e vomitevoli scempiaggini che da chi sa quando si porta nella testa.

Chi sarebbero questi giovani di destra che per 36 anni "hanno subito perquisizioni, hanno dovuto lasciare la città, tanti sono finiti in prigione, hanno dovuto abbandonare la politica", ma di chi diavolo si sta parlando?

E inoltre: anche se fossero esistiti questi "giovani perseguitati" (vomitavoli scempiaggini, vomitevoli scempiaggini!), quegli altri, quegli 8, sono persone morte, cazzo, MORTE!

Concludo col dire che se una persona dimostra di essere tanto handicappata per quel che concerne l' uso appropriato al contesto di termini del dizionario della propria lingua farebbe meglio a restarsene pubblicamente sempre zitta su temi di una certa delicatezza.
Anche perchè il dubbio che una mente tanto limitata non sia poi in grado di elaborare l' offesa recata ai parenti delle vittime ed alla collettività, disgusta davvero, chi ha le capacità di coglierne la portata, fino al vomito.
Una mente che elabora una dichiarazione del genere è una mente disgustosa.

Un elettore ha detto...

Effettivamente non capisco come una persona così superficiale e arrogante possa essere stata messa in competizione con un superstite della Strage (lui era lì quel giorno!) per la carica di Sindaco della Città nel 2003!
Cosa ancor più inqietante: solo circa diecimila voti li hanno separati! Se l'avessi votata nel 2003 mi vergognerei...

titanic ha detto...

forse parlava del povero Delfo Zorzi costretto a darsi alla macchia come clandestino in quel del sol levante dove dopo essersi issato in cima ad un giardino zen per protestare venne legalmente riconosciuto sotto mentite spoglie come cittadino nipponico e non già "mandato a casa sua" dove lo aspettava una bella imputazione per la strage di piazza fontana (esecutore materiale confesso) e pure per quella di piazza loggia. La sua sfortuna poverino è stata quella di dover emigrare all'estero e rinunciare così alla realizzazione del suo sogno di vedere un giorno il belpaese governato da personaggi che come lui professavano l'ordine nero...poverello gli tocca vederla solo per televisione!!! anzi no adesso che è stato assolto da entrambi le stragi (che fra 20 anni verranno definite "curiosi eventi naturali") fa in tempo a tornare e pretendere il suo sacrosanto scranno in parlamento magari proprio di fianco alla bella Vivi che come donna e come madre saprà certo dargli il benvenuto che si merita...

SCHIFO ITALIA!!!

LOGGIA P2L ha detto...

Il pentito Martino Siciliano, teste chiave nei processi per le stragi di Piazza Fontana e di Piazza della Loggia, ad oggi latitante, avrebbe scagionato Delfo Zorzi da ogni accusa e sarebbe stato pagato nel 1994 con 6 mila marchi tedeschi dell'epoca (non si sa a che titolo) provenienti da un conto svizzero riconducibile alla Fininvest/Mediaset.

Edizione del TG4 ha detto...

"Una equipe di archeologi di Cologno Monzese ha scoperto che, come successe nel Giurassico per i Dinosauri, anche l'estinzione dei Comunisti italiani è stata causata da alcuni meteoriti che si sono abbattuti sulla Terra tra gli anni '60 e gli anni '70 in piazze particolarmente affollate."
Commento di Fede: "L'ira degli Dei è terribile..."

Carlo ha detto...

Una dichiarazione come quella della Beccalossi è indecente e irrispettosa del dolore altrui.

rsk ha detto...

ok visto che con la storia degli immigrati in protesta sulla gru muro di cani ha attirato l'attenzione di un festante gruppo di padani celoduresi mi piacerebbe chiedere: (se ci fosse qualcuno in ascolto...in ascolto!) che cosa ne pensate da cittadini bresciani e padani di questa sentenza? e della strage di piazza della loggia? delle dichiarazione della bella vivi? Su!dimostrate di poter usare anche voi il cervello invece di andare a starnazzare su post ormai vecchi come state facendo o dimostrare di non sapere nemmeno scrivere in italiano sui commenti ai video di mdc! su dai allora?

dr filini is good ha detto...

comunque citarmi anche solo come copyright in questo post non mi è andata giù.
non sia mai che alla rimbiondita gallina senza testa saltassero in mente cose strane.....

picciotto sbusello ha detto...

vai a cagare dottor filini!!!
sei un immondo ciccione

Anonimo ha detto...

monumentale intervento di Travaglio ad "hanno zero" contro il ministro dell'incultura don Abbondi

da non perdere...

Anonimo ha detto...

Invece comunque Saviano ha fatto una cazzata a non accettare un faccia a faccia con Maroni.
Che problema c' era?

Fotografami questo! ha detto...

E ora i Futuristi gli fregano anche le gnocche:

"Mara Carfagna sorpresa a parlare col Grande Nemico del Pdl, il braccio armato di Fini, Italo Bocchino. Peccato imperdonabile secondo Alessandra Mussolini, collega della ministra salernitana nel Popolo della libertà.

Mussolini ha visto il ministro delle Pari opportunità e il capogruppo di Fli alla Camera, Bocchino, parlare tra i banchi del governo e scatta loro un’istantanea col cellulare. La Carfagna se ne accorge e si gira verso la collega, batte le mani e dice «brava, brava!». A quel punto Mussolini le risponde: «Vergogna».

Le ragioni di quel «Vergogna» («pronunciato in maniera pacata» dirà la nipote del duce) sono spiegate così: «Carfagna si deve vergognare per la liaison con Bocchino che sta mettendo a rischio il partito»"

Arresti ad orologeria ha detto...

"Maroni furibondo con Saviano, arrestato dopo 14 anni il boss Iovine. Urge puntata di “Vieni via con me” su Messina Denaro, Bin Laden e sulla Strage di Piazza Loggia"

Bocconcini ha detto...

Sembra che i cosiddetti "latitanti" da qualche tempo non latitino più. Succede che vivano continuamente "attenzionati", sotto controllo; i loro movimenti sono noti. Poi quando fa più comodo, per convenienze squisitamente opportunistiche di alcuni clan che ora si trovano a maneggiare le leve di controllo dello Stato, vengono lanciati come bocconcini in pasto all'opinione pubblica per tenerla buona, per non disturbare i manovratori.
Appena si dice che c'è odore di mafia in Lombardia, TAC, arriva un gustoso bocconcino!

350.000 firme ha detto...

Ci sono 350.000 firme che giacciono in qualche polveroso scaffale del Parlamento e che stanno per diventare nulle!
I cittadini firmatari hanno chiesto di fare 3 leggi per impedire la presenza di condannati in Parlamento, per consentire ai cittadini di scegliere il proprio candidato mediante l'espressione di una preferenza, per limitare a 2 il numero dei mandati parlamentari, anziché infinito.
Se diventeranno nulle ce le andiamo a riprendere!

Il tempo scorre rapido ha detto...

Ma dovevano fare lo Scudo Fiscale per le mafie e per gli evasori; dovevano fare le leggi "ad berlusconem" incostituzionali; non avevano tempo per le leggi di iniziativa popolare, sciocchini!

Io puzzo ha detto...

Dovevano fare Bunga Bunga...

Geeg va Cuore d'acciaio ha detto...

Non ci dimentichiamo di chi soffre

Dimissioni ha detto...

Vice questore Recifari, se sei ancora mio dipendente, ti invito ad andare a fare l'orologiaio, che li di roba da caricare ce n'è quanta ne vuoi!
Sei un caricatore con troppi grilletti per la testa!

Assorreta ha detto...

CORNUTO!

Montemagnamagna ha detto...

Salve, scusate sono Assoreta il cornuto va a quello che si spacciava per hiroshi shiba.

Al sior vice questore Ricifari auguro solo di prendersi una vacanzina, rilassarsi e riCARICARE le batterie.

Parlo seriamente! ha detto...

Che flash!

Ho forti sospetti che il tipo nella foto della foto linkata da Geeg va Cuore d'acciaio sia mio cugino!

Anonimo ha detto...

Oggi comunque i cartoons imperversano.

TELEVISIONE ha detto...

Oggi la Storia in Diretta:
Stasera Rolfi va dalla Bignardi

Il Vice Sindaco di Brescia sarà ospite del programma “Le invasioni barbariche”, talk show di attualità e costume condotto da Daria Bignardi. Argomento della puntata, che vedrà in studio anche altri ospiti, sarà l’immigrazione, partendo proprio dalla vicenda di Brescia.
L’appuntamento, in diretta, è a partire dalle ore 21.10 su La7.

Commento:
Mi immagino già la gran figura di mmerda razzista che farà la Città in toto...
Ci mancava anche questa...

Gente che ce l' ha duro ha detto...

Questo è niente:

"Nella cattedrale di Monaco di Baviera con bottiglie di birra in mano, tra volgarità, rutti e pure una bestemmia. Nella comitiva di amici, ripresa da una video postato su YouTube, ci sono anche due consiglieri di centrodestra di Opera, il comune alle porte di Milano, dove tre anni fa fu dato alle fiamme un campo nomadi. «Eravamo un po' ubriachi», si giustifica Fabrizio Dalcerri, capogruppo leghista. «Sono strapentito, comunque. Quella di Monaco è stata una pessima goliardata, anche se a bestemmiare non sono stato io e neppure l'altro consigliere». Il centrosinistra però attacca: «Eccoli, i paladini della Cristianità, quelli del "Dio, Patria e Famiglia"»."

Loredano Scellerata Pazzeschi ha detto...

Dal sito di quel non giornale che è Il Giornale:

"Una firma contro Saviano: aderisci!

Lo scrittore dà del mafioso al Nord, noi non ci stiamo!
Le modalità per aderire alla campagna
In tutti i casi bisogna indicare con chiarezza nome e cognome. Ecco l'indirizzo email e numeri per fax e sms
EMAIL
nonsonomafioso@ilgiornale.it
FAX
02-72023859
SMS
3357594391"

Massì dai...Facciamo delle campagne anche contro chi dà dell' "inquinato" al Po, chi dà della "trafficata" alla A4, o chi dà dell' "allagato" al Veneto, visto che ci siamo.

Anzi, pubblichiamo un bel "Vaffanculo" preventivo in prima pagina per chiunque ogni mattina non si svegli di buon umore.

Allegriaaaaa!

Hermann uno di noi! ha detto...

"L'asino Hermann congedato con disonore

L’asino Hermann aveva cominciato a puntare i piedi e neppure i comandi impartiti dai soldati della Bundeswehr riuscivano più a smuovere il caparbio quadrupede. E così Hermann, di stanza a Shar Darah, provincia di Kunduz, nel nord dell’Afghanistan, è stato congedato. E neppure con onore. Per la precisione - scrive il quotidiano tedesco Bild - è stato venduto per 100 dollari al mercato locale.

ABBANDONATO IN AFGHANISTAN - Nell’ultimo periodo l’asino si rifiutava di trasportare carichi pesanti di armi e munizioni attraverso i territori del pericoloso distretto sotto controllo dei tedeschi e soprattutto di scavalcare i fossati d’acqua. Inoltre, a causa del normale avvicendamento delle truppe, i soldati che abitualmente si prendevano cura di lui hanno lasciato la base in Afghanistan per rientrare in Germania. Così per lui non c'è stata più alcuna gloria."

la iovine italia ha detto...

#bocconcini
E' vero è vero questi arresti puzzano lontano un chilometro del resto non è la prima volta che succede che latitanti che dormono tranquillamente a casa loro vengano buttati giù dal letto per fini strumentali molto spesso politici...vi ricordate Provenzano? arrestato il giorno dopo le elezioni vinte da Prodi per un niente? che cosa voleva dirci la mafia quel giorno o lo stato! o tutte due insieme...oggi è più facile capirlo...la mafia è ovunque non solo al nord! soprattutto la mafia è al governo! attraverso il p2l e la lega checchè ne dica pompinella...

Lato B ha detto...

Per chi dice che Saviano ha fatto una cazzata a non accettare il faccia a faccia con Maroni.
Io Saviano lo capisco: chi avrebbe voglia di tirasi giù i pantaloni davanti a milioni di persone?

Anonimo ha detto...

"Il ministro delle Pari Opportunità Mara Carfagna è sul punto di dimettersi dal governo e dal Pdl.
La Carfagna starebbe valutando l'ipotesi di lasciare l'esecutivo ed il partito, all'indomani della votazione di fiducia al governo prevista per il 14 dicembre, a causa di insanabili contrasti con i vertici campani del partito e per «l'incapacità» dei coordinatori nazionali del Pdl di affrontare i problemi interni al partito in Campania. A quanto si apprende, alla base della scelta anche «gli attacchi volgari e maligni» di esponenti del partito come Giancarlo Lehner, Alessandra Mussolini e Mario Pepe." (Il Corriere)

Questa secondo me ar Sirvio glie rode...

Mara torna col pueblo! ha detto...

"Sono io oppure sei tu
la donna che ha lottato tanto
perché il brillare naturale dei suoi occhi
non lo scambiassero per pianto

Alzati che SI STA ALZANDO la canzone popolare!"