Cara è la fine...ci annusano ormai,sentono il lezzo del panico che spruzza in freddi sudori il terrore che c'è.Non glieli daremo per ungersi dei nostri mali stillanti le mani avide:che ci tocchino morti, secchi e gelidi.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante.Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te.Dieci pistole spianate e dieci sguardi ruvidi e tesi che puntano qui dentro l'auto, e la corsa finisce così. Cara è la fine...perdonami.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante. Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te. Ci vogliono vivi e colpevoli...ma che vita è una cella? Avremo di più:quella stella che un giorno mi donasti, lassù.Oh, non piangere...

domenica 29 novembre 2009

Sgagnega 'l Co - "Mai stato Mafioso in vita mia"


Da una serie di deduzioni... per il rispetto che si deve all'intelligenza (dal documento filmato apprendiamo che su Berluscor dovrebbero esserci tracce di vita intelligente, ndC)... Un chilo di polvere nera, ma fatta con grande rispetto... quasi con affetto ...

Una telefonata... e trenta milioni glieli davo...

In attesa di ulteriori sviluppi sul fronte Rothe Erde, segnaliamo (nel video qui sopra) una telefonata tra il politico eiaculante S. B. e l'amico degli amici M.d.U. (non è muro di uccelli ndC). Il contenuto del discorso (la bomba piazzata dal clan Santa Paola in via Rovani, residenza milanese di S. B.) torna ad essere attuale, se non altro per i prossimi impegni giudiziari che coinvoilgeranno il duo delle menghiaviglie.

Se nel video, l'allora imprenditore bauscia Bolso Sdruccioloni si gingilla e si trastulla schiamazzando il nome di Mangano via etere, giusto qualche giorno fa, lo stesso diceva: "Se c'è una persona che per indole, sensibilità, mentalità, formazione, cultura ed impegno politico, è lontanissima dalla mafia questa persona sono io. (è sempre la stessa persona, quella che, nella foto a lato, crede di essere Elvis Presley). Se c'è un partito che in questi anni più si è distinto nel contrastare la criminalità organizzata, questo partito è stato Forza Italia ed oggi è Il popolo della Libertà. Se c'è un governo che più di tutti ha fatto della lotta alla mafia uno dei suoi obiettivi più netti e coerenti, questo è il mio governo". E tanti saluti a Tanino Cinà.

Va bene... nessun governo è più bravo del tuo... basta che la smetti di fare i capricci (nella foto)... Ormai non ci resta che dargli ragione... sempre e comunque... altrimenti non la finisce più... Ovviamente - resti fra noi - anche un qualsiasi governo Prodi ha contrastato la mafia più di questo in carica (che il Casalese ce l'ha di serie)...

A margine dei puerili tentativi di coprire con le solite menzogne, nemmeno ben studiate, la cruda realtà dei fatti, sarà una settimana chiave per Don Picciottoni. Nell'ordine gli arrivano - tra capa e chiappa - l'espresso Spatuzza al processo Dell'Utri, l'udienza del Processo Mills al quale non potrà partecipare per legittimi impegni di governo.

Dall'agenda del Fido Gianni Fetta ecco l'elenco degli improrogabili impegni:

Lunedì: incontrare emissario Sultano del Brofei ("brufoli" in dialetto bresciano ndC), telefonare Licio per programma elezioni regionali, evocare complotto mediatico, incolpare Sinistre.

Martedì: bacchettare protervia Fini, ricordare italia primati governo, incontrare Visconte del Brandeburgo, incontrare Barone Munchausen, chiama Ghedini, preparare valige eventuale espatrio (facoltativo), distruggere prove amicizia Dell'Utri.

Mercoledì: tagliare unghioni e pulire lettiera Bossi, manifestare vicinanza piccola e media impresa, toccare tette nuova stagista Palazzo Chigi, diffondere comiunicato smentita, manifestare disaccordo operato Tremonti, negare manifestazione disaccordo, prendere distanze da Mafia (fatto).

Giovedì: chiamare Feltri per annunciare possesso prove omosessualità Bersani, prendere distanze Feltri, incontrare presidente Kigizistan, per scambio numeri di telefono.

Venerdì: incontrare re Nepal, incontrare dittatore Honduras (chiedere come fare per controllo militari), incontrare presidente Provincia di Brescia (chiedere nome a Gianni...), incontrare Milly, Pussy, Titty, Smerdy e Cianfrugliy per serata Putin, chiamare Messina Denaro per avvertimento Veronica.

Sabato: chiamare Betulla per frugare cassetti casa D'Addario, telefonare Sandokan per programma regionali Campania, incontrare ministro pari opportunità, sospendere impegni per la serata...

Quando si dice: "Agenda piena"

Ps Anche diversi cani del Muro parteciperanno al NO B Day in programma sabato alle 14.30 per le vie della Grande Porcilaia (Roma)... potrete riconoscerci dalla bava alla bocca. Abbiamo già pronta un'impegnativa serie di cordiali e democratici insulti, sempre che il tiranno bislusco non faccia troppi capricci, nel caso si prega di non disturbare fino a ruttino avvenuto. Grazie.

14 commenti:

Anonimo ha detto...

prego

titanic ha detto...

e domenica cosa fa il sultano la domenica?
Se non fosse che i tribunali sono chiusi potrebbe presenziare alle sedute dei suoi innumerevoli processi!

MDC ha detto...

famose due straordinari in più...

extreme ha detto...

mai stato mafioso?
è un pò come dire...
mai avuto carie in vita mia!!!

Anonimo ha detto...

"Se trovo chi ha fatto le nove serie de La Piovra e chi scrive libri sulla mafia che ci fanno fare una bella figura, lo strozzo"

Anonimo ha detto...

Silvio... hai dimenticato la medicinaaaa

adriano sofri ha detto...

Il ministro della Giustizia Angelino Alfano, cui è toccato di inaugurare un convegno indetto a Racalmuto a vent'anni dalla morte di Leonardo Sciascia, col delicato titolo "Inquisizioni di ieri e di oggi", ha detto di sentire la mancanza "di un intellettuale antimafioso e anticonformista come Sciascia". La sento anch'io, e siccome Sciascia era davvero antimafioso e anticonformista non mi azzarderei a ipotizzare che cosa penserebbe e direbbe se fosse vivo.

Anonimo ha detto...

per il rispetto che si deve all'intelligenza...molla l'osso e fatti processare buffone!!!

col. Kurtz ha detto...

Una volta ho conusciuto un tizio che mi ha detto: credo in Dio solo quando bestemmio. Carlo Ginzburg sostene che si sente italiano quando si accorge di vergognarsene.

La storia, personale oppure ufficiale, è come la ram: ci passano tutte le informazioni, ma sono solo di passaggio, il suo compito è smistare la maggiore quantità di dati nel minor tempo. Ma l'inconscio è l'har disk, tutto vi rimane registrato, per potere essere ripescato almomento opportuno. I nostri pensieri sono il desktop.

Per scatenare l'inconscio collettivo, troppo duramente represso, basta la giusta associazione di simboli.

Andiamo a troie per il mondo ha detto...

..intercettazione a me sfuggita, pesantissima, uscita quest'anno a luglio.
Berluskaiser superschiso rincuorato da Della valle. Argomento: ricatto mafioso.
Conclusioni: pago tutto quello che vogliono e faccio sito!
BASTA MI FAI SCHIFO!!!!!!

Silvio, non ne fai una giusta ha detto...

E l'unione bacchetta Sbiroloni

ancora

Non ci scordano più ha detto...

Lukashenko (definito da Ue e Usa come l'ultimo dei dittaori europei) per Berlusconi ha avuto parole di riconoscenza per il suo interlocutore: "Ringrazio il presidente Berlusconi per la sua puntualità: aveva promesso di venire ed è venuto. Noi comprendiamo bene il significato di ciò e ce lo ricorderemo''. Poi ha aggiunto: "Vediamo la sua visita non solo nel contesto bilaterale, ma anche in un contesto più largo come un gesto eloquente di sostegno e appoggio del nostro Paese sulla scena internazionale".

l'esule ha detto...

puzza di bruciato, la terra trema sotto i piedi...Berluska cerca il buon retiro come ai tempi toccò al prode Bottino.
Non accontentadosi del sole e mare della Libia e forse attratto dalle bellezze locali cerca ospitalità anceh in Bielorussa...beh adesso tocca agli altri eccheccazzo noi ce lo siamo sciroppato per 20anni

Per Silvio ha detto...

Mafiammi il piacere