Cara è la fine...ci annusano ormai,sentono il lezzo del panico che spruzza in freddi sudori il terrore che c'è.Non glieli daremo per ungersi dei nostri mali stillanti le mani avide:che ci tocchino morti, secchi e gelidi.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante.Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te.Dieci pistole spianate e dieci sguardi ruvidi e tesi che puntano qui dentro l'auto, e la corsa finisce così. Cara è la fine...perdonami.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante. Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te. Ci vogliono vivi e colpevoli...ma che vita è una cella? Avremo di più:quella stella che un giorno mi donasti, lassù.Oh, non piangere...

martedì 25 agosto 2009

Ricominciamo?

NIENTE PERDONANZA

Il nostro dottore, Filomeno Filini, ha inviato questa richiesta
(da Skype) "oh ...aggiorna muro di cani che è trito e ritrito..."
Duole ammetterlo, ma ha ragione. Eccolo accontentato.


Cani Amici, ben tornati... siete tornati? Scornati? Smontati? Sfrontati? Scalmanati? Scalcinati? Scaglionati? Scoglionati? Scagionati? Scarcerati? Scataratti? Scarafaggi? Fabii Rolfi? Speriamo di no... Noi, qui, ci sentiamo abbastanza spaesati. A volte, cercare di uscire è più difficile che provare ad entrare, ma cerchiamo di prenderla come viene (lo spirito è quello della foto qui sopra). Comunque...

Mentre lo Stivale con la merda intorno si allontana dalla festa vacanziera agostana e riprende piano piano il contatto con la vita reale, noi ci accorgiamo che essa è sempre più "irreale": il reale è irreale.

A proposito di "reale"... Silvio Berlusconi (in una foto futura mentre viene sbranato da "Regina", leonessa lesbica dello Zoo di Berlingo, ridente paesino della Bassa bresciana ovest). Ve lo ricordate? Silvio Berlusconi, quello con tutti quei problemi con il sesso che c'aveva lo stalliere mafioso che poi gli rapiva gli ospiti, quello là... ecco, proprio quel Berlusconi lì, fra qualche giorno parteciperà al rito della "Perdonanza". [da Repubblica.it]. Cerca di riallacciare i rapporti con la Chiesa, ma ai vescovi non piacciono quelli così vecchi.

In realtà «Papa Celestino V - spiega all'ANSA il portavoce dell'arcidiocesi dell'Aquila don Claudio Tracanna - è stato molto chiaro all'epoca circa le condizioni necessarie per ricevere il perdono dei peccati. Per ottenerlo - precisa - , è necessario innanzitutto essere veramente pentiti, poi confessarsi ed ottenere l'assoluzione dal confessore, successivamente fare la comunione, infine visitare la Basilica di Collemaggio». «Solo a questo punto - prosegue - si ottiene l'indulgenza. Il premier Berlusconi in ogni caso - aggiunge - non la otterrà comunque perchè in quanto uomo divorziato non può accedere al sacramento della comunione». «Anche se volesse - conclude don Tracanna - non può quindi soddisfare tutte le richieste dettate da Celestino V». Sono le regole.

Capita poi che Noemi Letizia (nella foto con il nuovo fidanzato) vinca: il "Premio al talento del futuro". La motivazione comincia con le accuse "all'invidia, all'ignoranza, e alla cattiveria" scatenate contro la ragazza. "Noemi, la Torre d'Ayala rappresenta a pieno la tua vicenda, tu hai resistito al nemico. Ora prepara la tua armata e, con tanti sacrifici, studiando e nel tempo, sferra il tuo attacco". La ragazza approva e manda baci, ringrazia, firma autografi. E' la sua Hollywood al profumo di olio e pecorino della valle del Sele. "Credo in questa ragazza, nella sua potenzialità. [...]. Il sindaco di Valva Michele Cuozzo ammette che "i riflettori sono arrivati anche per Noemi. Però, il paese è nei libri di storia dei giardini all'italiana, abbiamo diritto ad essere rispettati se ci inventiamo un appuntamento culturale tra cinema, arte e giovani talenti". [Conchita Sannino da Repubblica].

Di fronte a tutto ciò, non vi sembra di aver comunque sopportato abbastanza? Tutta questa realtà non vi sembra un po' troppo "irreale"?

Tanto per cambiare discorso... segue un piccolo pezzo sulla prima vigilessa bresciana di origine tunisina: Basma Bouzid da Gargnano (nella foto qui sotto - FOTOLIVE). E' stato redatto per il quotidiano Bresciaoggi da un nostro conoscente alla lontana. Il cerchio si chiude: è più facile entrare che uscire. Per fortuna ci sono anche persone reali che sorridono.

Basma Bouzid, cittadina italiana di origine tunisina, è forse un segno dei tempi che cambiano. Dallo scorso 15 luglio, la trentenne (residente a Ospitaletto, sposata e madre di una bimba di 4 anni) è stata assunta a tempo determinato come vigile urbano «stagionale» nel comune di Gargnano. Basma nasce a Tunisi nel 1979, la sua famiglia decide di trasferirsi in Italia nel 1984, ma i genitori preferiscono farle terminare gli studi nel paese d’origine. Consegue una laurea in economia e commercio a Tunisi (effettuerà in seguito una serie di esami suppletivi in Cattolica a Brescia per il riconoscimento del titolo), si trasferisce in Italia nel 1999 e ottiene la cittadinanza nel 2002.

PRESTA SERVIZIO volontario per tre anni all’Ufficio stranieri della Questura come mediatrice culturale, lavorando contemporaneamente negli uffici del Tribunale come interprete e perito di lingua araba e francese. Un impegno non da poco: dalle otto alle dieci ore al giorno, con stipendi però - per così dire - a singhiozzo che non garantiscono stabilità economica.

«Ecco perchè - racconta - ho provato diversi concorsi pubblici e alla fine ho vinto quello per un posto come vigile urbano a Gargnano». All’inizio, qualche dubbio: «Non avevo idea di come avrebbero reagito i cittadini gargnanesi - racconta -. Devo dire invece che sono stata accolta bene e fino ad ora non ho avuto alcun problema». Le uniche lamentele fioccano dagli automobilisti indisciplinati.

Pare infatti che basma sia molto attenta nell’applicazione del codice della strada: «Mi piace il lavoro che svolgo - dice ancora basma - perchè amo far rispettare le regole». Capita che le «vittime» si lamentino per la multa, ma le proteste durano il tempo di un verbale: «In realtà non si sono mai verificati casi di tensione: sarà perchè sono una donna o perchè cerco sempre di sdrammatizzare con un sorriso e di spiegare il motivo della contravvenzione».

IL LAVORO le dà modo di entrare in contatto con la piccola comunità gardesana che «all’inizio sembra un po’ chiusa - racconta -. In realtà ho scoperto persone stupende che apprezzano chi fa il proprio dovere, D’altra parte, non siamo qui per fare gli sceriffi facciamo parte di una comunità».

Sei giorni alla settimana, 154 chilometri al giorno (andata e ritorno Ospitaletto - Gargnano) per «un lavoro che vorrei continuare per tutta la vita» afferma basma che sogna un contrato a tempo indeterminato. D’altra parte, pare che nel piccolo centro gardesano serva proprio un vigile che sappia parlare qualche lingua in più: «È capitato che un’anziana signora tunisina residente a Gargnano avesse problemi con il cane di un vicino che spesso sostava nel suo giardino mettendole paura. Non conoscendo l’italiano, non riusciva a comunicare il proprio disagio». Basma ha fatto da tramite e quello che sembrava un problema insolubile, un vero e proprio "scontro di civiltà" (direbbero i cavernicoli d'oggi), è stato tranquillamente risolto. Segno dei tempi che cambiano.

34 commenti:

acab ha detto...

tunisina o non tunisina integrazione o meno semmpre sbirra è...sbirra alla spina!

Anonimo ha detto...

Cinque studenti insultano la prof su Facebook, ora rischiano grosso
di A.G.
Avevano creato un gruppo virtuale aperto a tutti coloro che la conoscevano: quando la diretta interessata ha scoperto le ingiurie sul social network, dove era presente anche una sua foto, ha avvisato la polizia postale. Ora l’accusa da cui si dovranno difendere è diffamazione a mezzo internet. A rischio anche l’anno scolastico.
Diffamazione a mezzo internet. È questa la pesante accusa da cui si dovranno difendere cinque studenti quindicenni di Piacenza, il sesto se la caverà con una sgridata dei genitori perché non ancora quattordicenne, dopo che per alcuni mesi si erano lasciati andare ad ingiurie nei confronti della loro ex insegnante di materie letterarie che avevano avuto nell'anno scolastico 2007-2008, quando frequentavano la terza media.
I commenti colorati erano concentrati non solo sui suoi metodi didattici della prof, ma si allargavano ad altro, soprattutto si davano valutazioni personali sulla donna, ed erano riportati nero su bianco all’interno di un gruppo creato appositamente sul social network Facebook. In pochi mesi il gruppo di “adepti” che conoscevano la professoressa e lasciavano il proprio contributo si era allargato a macchia d’olio. Forse troppo. Perché qualcuno deve aver avvisato la diretta interessata. Che non l’ha presa affatto bene.
La docente si è infatti rivolta alla polizia postale, dove gli esperti informatici hanno appurati i fatti (aggravati dalla presenza di una fotografia della professoressa di lettere), rintracciato in breve tempo i giovani responsabili attraverso l'indirizzo Ip del computer e fatto scattare la denuncia.
I giovani ora rischiano di essere condannati a un congruo risarcimento del danno in sede civile se la professoressa, come è molto probabile, lo chiederà. Anche se a rispondere dal punto di vista civilistico “in solido” saranno i loro genitori.
Non sappiamo la vicenda come si dipanerà: dopo il “giro di vite” voluta dai ministri Fioroni e Gelmini per questo tipo di comportamenti i ragazzi, è bene ricordarlo, rischiano di essere allontanati da scuola sino al termine dell’anno scolastico. Lo stesso Garante sulla privacy negli ultimi mesi ha più volte ricordato ai giovani che quando si agisce su internet, ma soprattutto sui social network, inviando informazioni personali o di altri individui bisogna adottare le dovute precauzioni. Altrimenti il passaggio dalla goliardia alla realtà può essere molto doloroso.
Stavolta ad aggravare la situazione dei cinque piacentini c’è il fatto che l’accaduto è stato riportato dai mass media: per cui dirigente e docenti applicheranno le sanzioni esattamente come prevede la normativa. Quindi niente sconti.

Jebediah Wilson ha detto...

Io avevo scritto sul muro del copernico Cicellini fa i pompini e non mi era successo nulla...

Coglioni.

Col. Kurtz ha detto...

Figa queste sono le cose che mi fanno incazzare. Come si può essere così ottusi da sanzionare così seriamente cazzate che abbiamo fatto tutti quando eravamo a scuola. Quelli che l'hanno scritto, e quelli che l'hanno solopensato.
A me era successo che avevo scitto sul muro dei cessi che il tal prof di ita picchia il randello nel culo dei giovani alunni. Venne tutto a galla e fu un casino, però i professori, che erano tutte persone ragionevoli, mi strigliarono e me paso bien.
Se lei si sente offesa e vuole giustizia, cercheranno di accontentare lei senza danneggiare troppo lui. Altrimenti sono degli stronzi.

Celestino V ha detto...

ha detto no! Celestino V sbatte le porte della Chiesa in faccia a Papi

X Anonimo ha detto...

fammi capire tu posti questo commento per fare delle velate minacce o hai proprio sbagliato post e blog? acca gnisciuno è fesso!

R.I.P. ha detto...

Grande lo Sbaraini ma ancora più grande il Gigione De Paoli......

Anonimo ha detto...

X "X Anonimo"

Non sapevo che ci si dovesse attenere al tema del post... mi spieghi tu qual è? E poi, in effetti mi sembra che ogni post di questo stramaledetto blog ha commenti a tema...

Gabriele Nifiele ha detto...

Dici giusto anonimo.

WILLIAM WALLACE ha detto...

LIBERTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA'

Paolo Abbagnese ha detto...

A me Rolfi inizia a star simpatico.

Segreteria Provinciale Lega Nord ha detto...

Comunicato n° 5

NOI ESSERE BUFFI. FARE BATTUTE. HA.

Segreteria Provinciale Lega Nord ha detto...

COMUNICATO N° 5/BIS

GOM SBAIAT:

NOI ESSERE "ANCHE" BUFFI. NOI FA RIDERE.ANCHE.

Bianca ha detto...

Oggi la vigilessa era sul tg3 regionale.

rsk ha detto...

c'è qualcosa di insensato in quello che sta succedendo in questo paese, si sa...l'ultimo controsenso sotto i nostri occhi è dato da questa polemica pesante tra i poteri forti e la Chiesa (il Potere Forte)...sentendo le dichiarazioni di Bava Pompictus Beccaris Bossi sullo Stato Laico vien da pensare che abbia totalmente ragione, la Chiesa in modo inopportuno non si deve interessare delle Stato...ma come al solito il buon senso e la razionalità fanno capolino e ci ricordano che questo deficiente, nel senso di malato, sta al governo con la stessa gente che qualche anno fa aveva invitato il papa a presiedere addirittura una seduta del Senato per sbrodolare le sue invettive arcaico cattoliche...bah solo riflessioni a "mano libera", di fatto crogiolo nel vedere questi stronzi scannarsi tra di loro ma, mi chiedo, se veramente siamo un popolo di Democristiani, prima o poi queste liti avranno o no ripercussioni politiche? ovvero si piglieranno le bastonate dai "moderati" alle prossime elezioni? ecco che si torna al punto di partenza...ma gli itagliani cosa sono diventati? cosa siamo diventati?

Wilson Jebediah ha detto...

Il problema è sempre quello: L'animo democristiano che è immortale, uno e trino e quattrino e cinquino e tombolo.

Nel momento in cui i cristiani (Ciellini di merda) del pdl odoreranno profumo di morte molleranno l'osso e cercheranno di attaccarsi al prossimo scoglio.

Due dei tanti mali italiani sono l'opportunismo e la codardia. Insita nel democristiano medio, Ciellino convinto, generoso con il prete e puttaniere per hobby.

Quanto durerà? Speriamo che la follia legaiola tenga duro e faccia crollare tutto. Sperom...

Zigulì ha detto...

PER CONFINDUSTRIA IN AUTUNNO CI SARANNO PROBLEMI PER L'OCCUPAZIONE.

I DISOCCUPATI TIRANO UN SOSPIRO DI SOLLIEVO.

Rag.Calboni ha detto...

Scussate ma.........

........è da circa 20 anni che bossi spara bordate paurose sul papa e sulla chiesa.
La sua è una precisa strategia politica, non sono parole a casaccio.
La chiesa odia la lega pertanto la lega "deve" odiare la chiesa.

per Wilson Jebediah ha detto...

ne sei proprio convinto?
io credo invece che alla fine faranno tutti pace e comunque non mi sentirei di tifare per uno o per l'altro...bava bossi è una merda sia come politico che come uomo: va solo disprezzato! di contro i vari vescovi e prelati non sono altro che il prodotto di un potere "immortale" che non finirà tanto facilmente...insomma una battaglia talmente aspra da risultare finta...

Col. Kurtz (quando sei nato non puoi più nasconderti)) ha detto...

In questo paesei di fatto chi si è messo contro i preti ha avuto vita dura, addirittura alle volte impossibile. Questo avvalla l'ipotesi dello scontro di immagini, mentre poi dietro le qiunte le cose stanno ben più definite. Comunque chi lo sa, dove e quanto rapidamente possa portare al largo la risacca della (pardon!) diarre mentale, perfettamente interpretata dalla lega 2009: se il pdl l'hanno fatto con gli slogan, la lega son gli slalom: bandierine, neve, e pubblico. Mettono tutto loro.

Dove sono la compassione, l'umanità, la tolleranza, l'uguaglianza, la fraternità, l'amore, la rinuncia. Dopo quindici giorni in mare senza viveri, dopo essere stati spremuti fino all'ultimo, non si può fergarsene. Lo sanno anche i bambini chi tace acconsente, figuriamoci se uno oltre a tacere ti da anche un calcio nel culo.

Mangiapreti ha detto...

Gnam, gnam.

Anonimo ha detto...

W canotto!

De Obama ha detto...

L'abbronzato inizia ad impallidire.

Articolo lungo ma interessante, fuori dal coro.

Per chi ha problemi di traduzione:

http://www.vocidallastrada.com/

Sam Paradosso ha detto...

Ma i Legaioli non erano gli stessi che pochi anni fa gridavano slogan come: "Roma Cristiana mai Musulmana"? Io me lo ricordo perfettamente. LURIDE MERDE.

Nel pezzo segnalato da "Mangiapreti" compare la simpatica frase: "I VESCOVI dovrebbero tacere, perché sono una razza in via d'estinzione. Forse un giorno capiranno che sono fuori dal mondo".

Difficile per queste merde non parlare di razza.

Razza di dementi...

In realtà, la cosa mi fa incazzare ancor di più perchè odio prendere le difese della Vaticano spa, pedofilia e affini

Ma guarda un po' te che robe...

La domanda di MDC ha detto...

Silvio, invece di querelare, perchè non rispondi?

proposta ha detto...

proposta. Perchè non lanciamo una campagna raccolta fondi e poi denunciamo Silvio Berlusconi per "diffamare" l'mmagine dell'Italia?

questo scemo usa la giustizia in modo strumentale quando più gli conviene...

altra proposta ha detto...

altra proposta: perchè non mettiamo le dieci domande su tutti i blog e i siti internet in modo che il nano sia costretto a diffamare tutti

Il saggio ha detto...

Chi è senza risposta, scagli la prima domanda.

Chi formula domande, formula risposte.

"Le" risposte non esistono quando le domande sono solo sulla carta.

Nulla è detto se mai è stato scritto.

Capzioso lo scrittore che, domandando, non si accontenta di rispondere.

Colui che risponde sputerà sentenze.

Il saggio troverà la risposta nella domanda; se nulla troverà, non sarà saggio; se non sarà saggio sarà almeno Baggio.

Viva la figa chi la spisiga.

FIRMAAAAAA ha detto...

c'è già chi c'ha pensato

annus horribilis ha detto...

il settembre alla porte è l'inizio della fine di un anno orribile per l'egoarca della pornodemocrazia italiana, cacciato di casa, ripudiato dal sangue del suo sangue, nella migliore delle ipotesi cazziato dai suoi alleati politici (che si prendono pure i voti),adesso pure snobbato, peggio scaricato dai vescovi spa e soci! Ma Bargiggio dei VIagroni ha deciso di passare al contrattacco...
Non è più possibile accettare infamanti randellate quotidiane sui giornali italiani ed esteri!!! ecco allora che REpubblica a parte (vdasi la domanda di MDC), il re nudo decide di tentare la scalata a El Pais per zittire pure la stampa estera...come finirà? non so voi ma io sento puzza di zolfo...sento che quello alle porte potrebbe essere l'ennesimo Settembre Nero, ma questa volta pure per lui! ah ah ah

Greco ha detto...

Interessante le righe sull'intervento di Fini a Genova sul caramba Placanica.

Latino ha detto...

più che interessanti direi scontate

MDC ha detto...

"La gente di sinistra è normale - conclude l'articolo -, questa è la notizia. Si può dire la stessa cosa del suo gruppo dirigente?"

A questo punto c'è solo un piccolo problema da risolvere: siamo sicuri del fatto che il Pd sia un partito di sinistra?

risposta a MDC ha detto...

no io non sono sicuro per niente