Cara è la fine...ci annusano ormai,sentono il lezzo del panico che spruzza in freddi sudori il terrore che c'è.Non glieli daremo per ungersi dei nostri mali stillanti le mani avide:che ci tocchino morti, secchi e gelidi.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante.Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te.Dieci pistole spianate e dieci sguardi ruvidi e tesi che puntano qui dentro l'auto, e la corsa finisce così. Cara è la fine...perdonami.Oh, non piangere,urla piuttosto e lasciamo di noi un ricordo toccante. Stringiti a me,ringhiagli addosso e poi sparami mentre io sparo a te. Ci vogliono vivi e colpevoli...ma che vita è una cella? Avremo di più:quella stella che un giorno mi donasti, lassù.Oh, non piangere...

giovedì 4 giugno 2009

85 mila X 10 = Zero... Risposte


ROMA - Sono di sinistra ma anche di destra. Un gruppo aperto che ha raggiunto un numero ragguardevole: 85.000 adesioni. Il loro scopo è ottenere risposte, almeno dieci, dal presidente del Consiglio. Si tratta, spiegano, solo "di un chiarimento dovuto in un paese democratico, da una persona che ricopre una carica istituzionale come la presidenza del consiglio". La pensa così uno degli iscritti al gruppo di Facebook Berlusconi, rispondi!. La pagina cresce giorno dopo giorno con la continua aggiunta di materiali multimediali e nuovi argomenti di discussione. [fonte: repubblica.it]

Pare che vada proprio tutto per il verso sbagliato al piccolo Puccio Biscottoni, noto latin lover (impotente) con l'hobby della bugia e presidente del consiglio per necessità giudiziaria. Repubblica continua a puntare sulle ormai famose dieci domande (a proposito Silfido perchè non rispondi?), Kaka se ne va al Madrid, Veronica divorzia, la chiesa lo sputtana, le aziende di famiglia sono minacciate da Rupert Murdoch (vecchia faina).

E' il rovescio del conflitto di interessi. La vecchia storia di Mazzarò e de "La Roba" di Giovanni Verga. Non puoi avere tutto senza pagarne almeno una conseguenza... tredici conseguenze pare difficile, ma almeno una conseguenza... almeno una... eccheccazzo...


Sorvolando il Berlusconistan


Così, il marchettiere di Hardcore potrà anche trionfare alle prossime europee (cominciamo a dubitare?), ma una serie di cose resta certa: oltre ad essere bugiardo, spergiuro, amico e collega di imputati per mafia, corruttore impunito di giudici (per conto Previti) e di politici (a mezzo figa e Saccà), pare che utilizzi gli aerei di Stato per far volare - tra gli altri - il cantante Mariano Apicella (nella foto sopra insieme ad una mezza sega).
Tutti in aereo al postribolo reale tra nani, ballerine, sciacquette, Noemi Letizie, Topolone, Topoline, Topolanek, mezzi uomini a forma di Briatore, plastiche Santanchè col guinzaglio incuoiato da schiava del sesso (in stile: "Silvio fammi dire quello che vuoi sono la tua strillona... ah... ah... ah"), Sandri Bondi con aureole sadomaso borchiate, Coca, colla, viagra, sesso ciarlato e una valanga di Cicchitti, Emilii Fede e schiavi varii... insomma, proprio un bell'ambaradam festaiolo. Eccola, in tutto il suo splendore: la corte del sovrano. Nulla di che meravigliarsi, se vivessimo in una monarchia assoluta...

Resta da verificare l'illecito penale. Vorremmo per una volta sottolineare un fatto: tutto ciò che è legale è anche "morale" o "etico"? Un esempio? La procreazione assitita: pratica legale in ogni paese libero dal giogo degli ayatollah del cristianesimo, ma non in Berlusconistan.

Esempio di immoralità legalizzata? L'urbanistica contrattata: il proprietario di un terreno chiede al comune la variazione di destinazione d'uso di un'area che da agricola diventa - per esempio - artigianale (o residenziale), quintuplicando il proprio valore (nel tempo di una firma). E' il vanto dei nuovi Pgt... peccato che una pratica del genere sia espressament vietata in paesi normali come Francia e Germania. Dietro a questo nuovo tipo di speculazione fondiaria, non c'è lavoro (fondamento della nostra Repubblica) o impresa. Dietro al ricavo stellare c'è solo fortuna... una fortuna sfacciata, palesemente priva di qualsiasi tipo di merito. (*)
Non tutto quello che è legale dunque è anche etico o morale. Puccio Biscottoni può invitare anche 500 mila fighe a puttaneggiargli attorno come tante Salomè de Noartri, può farlo, non è illegale, di sicuro lascia perplesso il fatto che lo faccia un Capo di Governo.
Biscotto Ammoscioni potrà confermare e ribadire e urlare e spergiurare (il suo sport preferito) che dietro all'utilizzo degli aerei di Stato per il trasbordo di pinzillaccherie varie e puppi mandolinari non vi sia nulla di illegale. A norma di legge avrebbe potuto anche farlo, ma forse non era proprio il caso. Forse aavrebbe potuto utilizzare i propri (numerosi) elicotteri ed aerei personali. Forse...

L'unica domanda che ci sentiamo di fare al Presidente è la seguente:
Scusi... perchè mai dovremmo crederle?

Si facci processare...
Belbuffoni!!!
(*grazie a Milena Gabanelli per il continuo e costante tentativo - forse vano - di aprire gli occhi delle persone)

35 commenti:

Altre 10 domande a caso ha detto...

Sì, però, io non voglio mancare di rispetto a nessuno, men che meno dunque a circa 90.000 persone, ma mi sembra che qui stiamo diventando davvero tutti scemi...
Che LUI ci stia facendo diventare tutti scemi.
Non voglio essere frainteso, sono il primo a volere che finalmente questo paese si liberi dall' ingombrante presenza politica di quest' uomo, ma se il prezzo dev' essere il rincoglionimento collettivo, mi pare un prezzo veramente troppo alto!
Io capisco la bramosia di tanta gente di vedere quest' uomo fuori dai giochi, capisco pure che la rabbia verso questo soggetto debba sfogarsi in qualche modo, ma...oh, non perdiamo lucidità:

QUESTE DIECI DOMANDE DI REPUBBLICA SONO UNA CAGATA GIGANTESCA!

Ma non mi direte davvero che se vi capita davanti Berlusconi, le prime domande che avete da fargli sono queste stronzate da "La vita in diretta"?
E oltre a questo: la domanda 6 ("Quante volte ha avuto modo di incontrare Noemi Letizia e dove?", tra parentesi: cazzo di bella domanda, veramente interessante!) è uguale alla domanda 2.
Cos' è, non ne trovavano una per arrivare a dieci?
Secondo: ma che si chiede di tanto scomodo in queste 10 domande? Sono più o meno le stesse domande che gli ha fatto Vespa a Porta a Porta (il che è tutto dire), leggetele bene!
Ma poi, la numero dieci: "sua moglie dice che non sta bene e che andrebbe aiutato. Quali sono le sue condizioni di salute?"
Quali sono le sue condizioni di saluteeeee?
Ma chi cazzo se ne frega??? Qual' è il senso della domanda, devo star qui a sperare che questo vecchio schiatti?
Non so, vogliamo anche aggiungerci di esporci i dettagli della trattativa di Kakà che va al Real o di quanti peli c' ha Galliani sul culo all'elenco?
Ma dai, cazzo, gente...
...e le hanno anche tradotte in inglese, sul sito di Repubblica!
"Indirizzate queste 10 domande alla presidenza del consiglio",leggo nel gruppo di Facebook.
Sai che risate si faranno, alla Presidenza del Consiglio!
Ce ne sarebbero 90.000 di domande più scomode che si potrebbero fare al Presidente del Consiglio (e dico 90.000 non a caso, perchè sono sicuro che ognuno di voi, che siete in quel gruppo, ce ne avrebbe dentro almeno una più intelligente di quelle 10 che ci sono lì).
Molte sarebbero più noiose certo, ma sicuramente meno sceme.

Scusate lo sfogo, ma a me certe dinamiche di Facebook fanno incazzare.

LSP

Johnny Bogia ha detto...

X LSP

Il punto non è il contenuto (in sè abbastanza frivolo) delle domande.

La cosa che repubblica intende dimostrare è che Silvio dice balle la qual cosa è forse nota (a te e a me) ma per molte persone pare essere parte di un "complotto universale".

Sul terreno del gossip invece ci sguazzano tutti facilmente e lì c'è poco da girarci attorno: o è vero o è falso.

Da Vespa l'ommo e'mmerda può dire quel cazzo che vuole, senza contraddittorio e ha dato, sulla questione, versioni palesemente in contrasto l'una con l'altra (ormai se ne contano a decine).

Questo individuo, dotato oltre che di svariate reti televisive e giornali anche di avvocati molto abili (vedi Ghedini) prova spesso ad ingarbugliare le versioni dei guai giudiziari in cui viene regolarmente coinvolto.

Ecco perchè si cerca di procedere su argomenti più terra terra.

Al Capone è stato condannato per evasione fiscale e non per le decine di omicidi di cui è stato chiaramente mandante o per il riconosciuto traffico di alcoolici e via dicendo.

Questo per dire che: più sei ricco e potente più riesci a manovrare il consenso dell'opinione pubblica, ma riesci anche ad allungare i tempi dei processi, a favorire la prescrizione dei reati... se poi cambi anche le leggi a tu favore...

Il conflitto di interessi non frega a nessuno. Ma il nodo è sempre lì. Bisogna giocare sulla nuova - è quella vera? - immagine del nano pezzente: incapace bugiardo, pervertito, fare leva sul suo ego smisurato, colpirlo dove si sente più forte.

Mi piacerebbe sapere perchè le dieci domande della padania che hai citato non vengono più rivolte al Pres del Coniglio o buffone che dir si voglia: forse perchè la Lega, adesso - non nel 1998 - è piantata voracemente al centro della magiatoia e grufola insieme agli altri?

Altra cosa: perchè "La vita in diretta" non si occupa di questa stronzata? Perchè tutte le centinaia di programmi di Gossip non si occupano di questa storia? perchè i quotidiani internazionali invece continuano ad occuparsene?

Perchè il punto è che il capo di un governo non può dire balle. Su nulla. E se viene scoperto ... se ne deve andare a baita. Incalzarlo è solo un modo per spingerlo a contraddirsi ancora di più.

Guarda Clinton cos'ha rischiato per un pompino...

Bisogna colpirlo dove si sente più forte: sul controllo della fregna.

Se fossero davvero "cagate" Silvio avrebbe già risposto con la solita sufficienza ed arroghenza, invece continua a svicolare oppure balbetta come la merda ignorante che è, mentre i suoi giornali - se noti - non perdono occasione per attaccare Veronica...

Domanda: secondo te chi decide la linea editoriale de "Il Giornale"?

Non risponde alle domande perchè sa che anche le casalinghe di Voghera si accorgerebbero dell'inganno. E' una strategia.

Chissà che farà dopo le elezioni? Oh... questo è seriamente convinto che in italia tutto sia di sua proprietà, è chiaramente malato.

Questa è la mia opinione.

Con immutata stima

Johnny Bogia (il demente una volta noto col nome di Jebediah Wilson)

LSP ha detto...

Sono d'accordo, ma io non sono una casalinga di Voghera!
(che qui rappresenta un concetto astratto, sia ben chiaro, nessuno credo voglia offendere le casalinghe, pergiunta se di Voghera, proprio qui su Muro di Cani).

Intendo dire che io capisco qual' è la strategia di Repubblica e qual' è il suo fine.
Capisco il giocare con l' immagine del nano pezzente, e posso anche trovare la cosa utile alla causa, ma come dici tu capisco pure che evidentemente Repubblica sta facendo quello che sta facendo per cercare di andare a colpire un certo tipo di persone, che si lasciano accalappiare da un certo tipo di giornalismo gossip, che invece a me non piace.
Ma mi va benissimo, in virtù dello scopo, mi va benissimo...ma tutto diventa ridicolo nel momento in cui su Facebook nasce un gruppo di 90.000 persone che sottoscrive "Le domande di Repubblica", come se fossero baluardi, colonne portanti del giornalismo italiano di oggi, quando invece sono state probabilmente pensate proprio solo per lo scopo che si diceva sopra!
Perchè...boh, non so perchè.
A me appare ridicolo, certo ci sono lì 90.000 nomi e cognomi, di fronte ai quali un po' di imbarazzo mi viene a sostenere una cosa simile.
Però così è.

Con immutata stimmata,

LSP

A Voghera si fotte.... ha detto...

Affinamento delle sintesi di poliestere impiegato come ausiliario nella purga del denim !

Wilson Jebediah ha detto...

Come sempre non posso che concordare


solo che se la gente si appassiona più al gossip che ai costi e ai tempi di rilascio del permesso di soggiorno o agli infiniti guai giudiziari del PdC (presidente del cons)

è un altro aspetto del livello neuronale generale prodotto dalla feccia berlusconiana

jeb ha detto...

X a voghera si fotte


non si capisce una mazza

In luna di miele per 10 anni! ha detto...

Se non si dimette neanche adesso che è sommerso di tutte le merdate che ha fatto per decenni, propongo di aiutarlo ad andarsene in modo (per lui) onorevole:
gli italiani, anziché lanciare sassate al suo passaggio, gli offrono come alternativa una lunga luna di miele in un'isola sperduta della Papuasia insieme a Naomi Letizia, per una decina d'anni.
Almeno si toglie dai coglioni una buona volta! E consente all'Italia di tornare ad essere un paese democratico in cui i cittadini sono tutelati dallo Stato.

L'Amore trionfa sempre ha detto...

Bella idea! Concordo! Facciamo un blog dal titolo "In viaggio con papi" in cui ognuno manda una cartolina fotomontaggio con Berlusconi in luna di miele nelle varie località del mondo!
Geniale!

Lanciamo anche le ghirlande nella parata di addio? ha detto...

E se anziché perdere tempo a fare fotomontaggi con Photoshp facessimo un po' di Politica per cercare di riconsegnare l'Italia alla sua Costituaione?
Basta stronzate. Per vivere ci vuole coraggio; altrimenti ci meritiamo la merda che ci governa.

i' Grullo ha detto...

L' idea della luna di miele non è male...soprattutto se la si ribalta.
Berlusconi potrebbe aiutare noi ad andarcene in modo disonorevole!
(Oh, se a voi preme di essere onorevoli, per carità...)
Ci offre lui a noi, come alternativa, una lunga luna di miele in un' isola sperduta della Papuasia e noi ci si toglie dai coglioni una volta per tutte.
Per 10 anni, via.
Su Facebook sono 120 mila firme in 2 ore.

PS: Letizia mi sa che la si deve mollare qua però...

Kurtz ha detto...

Questa sera rincaso alle undici, finito allenamento. Appoggio il borsone in cucina e sento musica live ad alto volume provenire da poco distante. Il tempo di uscire a piedi e di andare a curiosare: si tratta della campagna di chiusura delle delle amministrative del paesino dove vivo, una festicciola deliziosa. Ovviamente di sinistra.
La mia sensazione di questa tornata è stata percepire una volontà di agire in modo coordinato da parte delle liste civiche democratiche e dal PD, si sono organizzate delle belle feste con concerti: ad esempio domani Rezzato Democratica e in Piazza Loggia per la chiusura di Peli.
Perchè parliamo sempre e solo di Berlusconi, e mai di noi? Cosa i accomuna? l'avversione verso un governo, ma soprattutto uno stile di vita che non ci rappresenta.
Parliamo di questo.

Kurtz ha detto...

please, do not vote for Papi

ATOM EGOYAN ha detto...

Belle parole, Kurtz. Sono in tanti a chiedersi, ma perchè parlare sempre e solo di berlusconi, di destra, di fascismo, di attentato alla costituzione, di paese antidemocratico ? E provare una volta tanto a girare la frittata ? Potrebbe anche non funzionare ma visto come ha funzionato negli ultimi 15 anni.....

MDC ha detto...

I pendolari delle 6:00 che da Venezia o padova o vicenza o verona o desenzano si dirigevano verso brescia hanno subito individuato la sede della redazione di MdC è qella con lo striscione "Occhio Gente - Silvio Mente" appeso fuori dalla finestra.

Da oggi scatta il silenzio.

Italians, Do not vote for Papi... please... osti... ve lo chiedo per please...

El Pais ha detto...

Toma italia... algunas photos de vuestro puto presidente de la mierda

Kurtz ha detto...

Non si tratta di rigirare la frittata, ma parlare di chi siamo di cosa vogliamo (se voglimo qualcosa, eccetto la fine del governo) e di come ottenerlo soprattutto. Detto questo W il gioco sporco, W le foto che lo sputtanano prima all'estero che in Italia, ma soprattutto W Jebediah che si espone in prima persona facendo della Redazione un covo di eversivi comunisti terroristi mangiabambini !!!

Il pendolare dele 6:00 ha detto...

Io dormivo.

Lunedì mattina metto la sveglia !

Secondo me, l'eversione è solo un'ossessione cha fa scappare l'occasione.

Kurtz ha detto...

...ero ironico. Non credo che scrivere una verità ovvia sia eversione, però forse qualcuno di noi è comunista e mangia i bambini, magari ci sono pure delle preferenze tipo: "preferisco i maschietti".

Se J. venisse denunciato vincerebbe sicuramente.

Osti, ma non si capisce quando uno fa sul serio e quando invece alleggerisce? Lascia stare pendolare, dormi pure.Si vede che non era destino. Lunedì po è troppo tardi...

Revolution ha detto...

L'eversione è una tentazione di potere che rende meno chiaro l'obiettivo...

La RIVOLUZIONE è invece un processo di rapida trasformazione che ha come obiettivo il cambiamento di uno stato di cose.

Problemi da affrontare immediatamente (in modo da averli risolti entro un secolo)

1) Mafia, Camorra e Ndrangheta
2) Corruzone e clientele
3) Opportunismo politico
4) Ricambio ciclico della classe dirigente (o digerente?)
5) Berlusconi
6) ... non me ne vengono in mente ma ci sono.

Il punto 5) è il più semplice da risolvere. Per ora mi concentrerei su quello.

Il braccino è sempre più tenere se fatto al forno ha detto...

Ho finito i bambini bianchi cristiani... qualcuno ne ha da vendere?

Kurtz ha detto...

...ehi, e l'Evoluzione ce la scordiamo?? Si tratta di un processo eterno ed inevitabile, che a dispetto di lunghi e oscuri periodi di stallo (vedi Medioevo), traduce il lento ma inesorabile sviluppo della razionalità collettiva.

Chi va piano...

LSP ha detto...

Assolutamente d'accordo con il col. Kurtz, un uomo che, non a caso, la giungla teme, la savana stima, e la collina evita.

Non ci si deve mai dimenticare che uno dei punti di forza di questo Cavaliere con i capelli di plastica è proprio l' inesistenza di un avversario all' altezza.
Ed io intendo avversario in senso lato.
Non necessariamente una persona, o un presidente di partito.
Ma un nuovo progetto propositivo, una proposta concreta, una crescita collettiva, a cui non arriveremo mai finchè troppo ci concentriamo solo sugli altri punti di forza del nemico (le TV, ecc...).
Dirò anzi che ad oggi sono fermamente convinto che questo punto di forza è molto più determinante di qualsiasi altro.

Detto questo, viva gli striscioni lungo la ferrovia e viva i Jebediah di tutta Italia!

***Occhio Merendoni, Silvio mente***

col. Kurtz ha detto...

una volta ho ferito una pietra, messo in galera i fulmini, ammanettato i tuoni

Lee Scratch Perry ha detto...

Ma che infanzia avete avuto?

L' eversione, la rivoluzione e l' evoluzione sono tre forme della stessa identica cosa!

Esattamente come il Daltanius.
Se ne manca uno gli alieni ti fanno un culo quadro.

Esattamente come la trinità. Puoi ignorare il Padre, inchiodare il Figlio, ma poi c'è quella storia dello Spirito Santo che alla fine ti fa gol al 93'.
Lo Spirito Santo è il Cesarini Cosmico.

Esattamente come i tre porcellini, in sintesi.
Che alla fine si arriva alla casa di mattoni e il lupo schiatta.

ma che infanzia avete avuto?

Parole al vento ha detto...

Problemi da affrontare subito:

1) Eliminazione di almeno 600 onorevoli (una futura camera da 300 deputati e un Senato da 10 senatori) garantirebbe un 60% in meno di clientele e opportunismo politico. Il ricambio ciclico ne verrebbe di conseguenza.
2) Eliminare le Provincie
3) Eliminare il Pr. della Repubblica (tutti i suoi poteri in mano alla Corte Costituzionale)
4) Via le circoscrizioni cittadine
5) Morte alle comunità montane
6) Totale ripensamento della UE, vergognoso sistema inutile di stronzate verbali
7) Totale ripensamento della politica monetaria nazionale (è assurdo che le politiche monetarie siano a bruxelles e quelle fiscali a roma; NON HA SENSO !)
8) Totale ripensamento delle politiche energetiche nazionali
9) Morte alla Rai
10) Berlusconi tra 10 anni non sarà più un problema
11) La mafia ? se esiste è solo perchè viene accettata. ma perchè viene accettata ??

LSP ha detto...

A Kurtz: quella volta che hai messo in galera i fulmini, me la ricordo perfettamente.
Quante risate!

Jebediah Stolton ha detto...

Io una volta ho pestato una merda ...poi ho chiesto scusa...

Cicchitto è così irrascibile...

Brachiotropo ha detto...

Scusi "parole al vento", lo vada a dire a quelli che vivono a Scampia, a Secondigliano, a Palermo e ... anche a Lodi (vedi sotto) che la mafia esiste solo perchè loro la accettano...

Forse l'accettano perchè non vogliono morire

poi non capisco, come facciano ad accettarla senza l'accetta?
boh... importa na sega

Marco Travaglio ha detto...

[da Passaparola]

La mafia a Lodi e Milano

L’altra sera a Anno Zero abbiamo raccontato a quali livelli sono arrivate le infiltrazioni mafiose nel nord, abbiamo raccontato le possibili penetrazioni della mafia che sicuramente insieme alla ‘ndrangheta e alla camorra si avventerà su quei 15 miliardi di Euro che arriveranno per l'Expo a Milano e dintorni, Letizia Moratti ha risposto come rispondevano i sindaci di Palermo negli anni 50/60/70 e cioè “non bisogna infangare il buon nome della Sicilia parlando di mafia” e lei ha detto “non bisogna infangare il buon nome di Milano parlando di mafia”. Il giorno prima c’era stato un delitto mafioso proprio alle porte di Milano e il Consiglio Comunale di Milano aveva pensato bene di bocciare, di chiudere appena aperta la Commissione consiliare antimafia, anche lì per motivi burocratici o forse per non infangare il buon nome di Milano perché infangare il buon nome di Milano non significa aprire Milano alle infiltrazioni mafiose ma, nell’ottica di questa signora , significa parlare delle infiltrazioni e evidentemente combatterle. Chi di voi vuole un esempio di quello che sta succedendo in Lombardia con la mafia in grande spolvero può leggere una intervista a un giovane regista e attore del lodigiano pubblicata questa settimana da L’Espresso. È un ragazzo che praticamente vive sotto scorta da qualche mese perché ha osato mettere in scena uno spettacolo sui pizzini di Provenzano, uno spettacolo satirico e evidentemente mettere in scena uno spettacolo satirico sui pizzini di Provenzano a Lodi, è altrettanto pericoloso come farlo a Corleone. Tant’è che questo ragazzo ha avuto le gomme della macchina tagliate, ha avuto delle bare disegnate sulla porta di casa e adesso vive sotto scorta: a Lodi, non a Corleone!
Ma non bisogna parlarne perché altrimenti poi oltre a infangare il buon nome di Milano si infanga anche buon nome di Lodi e non sia mai: lodi a Lodi bisognerebbe dire così!

Jebediah ha detto...

per il pendolare delle 6

Se non ti sei ancora svegliato continua pure a dormire

Il pendolare accanto ha detto...

Io dormivo.

Però c'era sto stronzo che mi russava in parte e mi sono svegliato.

Ed è stato lì che ho visto lo striscione.

LSP ha detto...

Ho visto ora le foto di El Pais.
Va bene il gioco sporco, però dai, che cazzo è?
Non possiamo essere ridotti così male.
E' questione di coerenza, di principi.
La lotta non deve mai perdere di vista la coerenza e i principi.

Se ho detto ieri che Corona è un infame schifoso non posso non dirlo anche del tizio che ha fatto queste foto.
E che EL PAIS metta in prima pagina 'sta spazzatura mi disgusta e basta.
Ma che cazzo è?

E' questa "LA LOTTA"?

L'ECCITATO ha detto...

No, caro LSP.
La lotta è quella che c'è nel lettone del berluscone con tutte quelle tettone.

Al Capone ha detto...

Caro LSP e allora che cosa dovrei dire io cin tutte le malefatte che ho combinato sono finito inm galera per non aver pagato le tasse!

pensa un pò...
questo schifo dimostra quanto gli italùiani siano caduti in basso se per (sarà vero?) far fuopri Berlusconi devono arrivare a questi livelli...ma il livello l'hanno già superato i cari concittadini.
Il fine giustifica i mezzi...ben venga el Pais

Anonimo ha detto...

http://site.ru - [url=http://site.ru]site[/url] site
site